Ai nastri di partenza del campionato di Serie B si presenteranno molte formazioni agguerrite che lotteranno per la promozione in A. Ecco il punto sulle favorite e le possibili sorprese

serie b favorite
Bucchi @ Getty Images

A poco più di una settimana dall’inizio del campionato di Serie B tutti si chiedono quali potranno essere le squadre protagoniste che si daranno battaglia per conquistare l’ambìta promozione in Serie A. Diverse compagini si sono rinforzate, altre invece stanno ancora lavorando per completare una rosa competitiva negli ultimi giorni di mercato. Ecco allora una sorta di “griglia” delle favorite e delle possibili soprese del torneo cadetto 2019/2020.

E’ inevitabile partire menzionando, di diritto, coloro che sono appena retrocesse dalla massima categoria. L’Empoli, che negli ultimi anni ha mostrato un ottimo calcio e lanciato calciatori e allenatori verso le piazze più importanti, rispetto alla scorsa stagione non ha più Caputo e il tecnico Andreazzoli, finiti rispettivamente al Sassuolo e al Genoa. In compenso, però, sono arrivati giocatori ottimi per la categoria come Mancuso, Brignoli, Moreo, Laribi, Stulac e Dezi, oltre che Bucchi in panchina. I toscani sicuramente giocheranno un ruolo di assoluti protagonisti.

Serie B, Empoli favorito ma occhio alle altre

Un gradino sotto, ma sempre da tenere d’occhio, il Frosinone di Alessandro Nesta. L’ex campione del Mondo non ha ancora la tempra del tecnico esperto, ma in Ciociaria potrebbe trovare l’ambiente giusto per crescere. I gialloblù hanno ceduto Chibsah, volato in Turchia, e potrebbero perdere anche due pedine importanti come Ciano e Ciofani. In entrata il colpo è stato Zampano, si tratta per Paloschi. Un po’ più in difficoltà appare il Chievo Verona, la cui politica societaria dichiarata è quella di contenere i costi e puntare sui giovani. Per i veronesi ci si attende un anno di transizione ed il mercato lo conferma: via quasi tutti i “big”, dentro profili in erba come Esposito dalla Spal e Ceter dal Cagliari.

Puntano in alto Benevento e Perugia, che in panchina possono vantare altri due campioni del Mondo come Inzaghi e Oddo. “Super Pippo” riparte dalle ‘Streghe’ dopo l’esperienza negativa con il Bologna e la sua voglia di fare bene è la stessa del presidente Vigorito. Lo dimostra il mercato spumeggiante in entrata, con nomi del calibro di Sau, Kragl e Roberto Insigne, oltre al portiere dell’Under 21 Montipò. L’ex tecnico del Pescara, che già un campionato di B lo ha vinto con gli abruzzesi, vuole rilanciare la sua carriera dopo i fallimenti a Udine e a Crotone. Sul mercato gli umbri hanno investito molto, puntando su alcune certezze (vedi Iemmello e Di Chiara) ma soprattutto sulle scommesse come Rodin, Nzita e Fernandes.

Serie B, le possibili sorprese

Le possibili soprese? Sono diverse le compagini che puntano a stupire e a sbaragliare le carte della Serie B. Il Pescara del nuovo corso Zauri ha acquistato pezzi da novanta come Galano e Maniero, oltre a buoni elementi come Busellato e Chochev. lmportanti, però, le cessioni di Zampano e Brugman. Anche il Crotone punta a rilanciarsi e tornare ai fasti d’roo di qualche anno fa. In questa direzione va il ritorno di Budimir e la conferma di Simy. In zona playoff occhio alle outsider Cittadella (ormai una certezza nonostante gli acquisti di basso profilo), Cremonese e Ascoli.