Scopriamo insieme Alessio Dionisi, allenatore del Venezia, tecnico rivelazione della scorsa stagione in Serie C che ha sfiorato la promozione in Serie B con l’Imolese

Alessio Dionisi Imolese
Alessio Dionisi (Screenshot Youtube)

La griglia di partenza del prossimo campionato di Serie B è ormai definita. Sono infatti terminati playoff, sentenze nelle aule di tribunale, playout e ripescaggi. E proprio dai playoff di Serie C è spuntata una squadra inattesa che a sorpresa ha sfiorato la promozione nel campionato cadetto. Si tratta dell’Imolese, formazione che si è arresa solo in semifinale contro il Piacenza. Il presidente di questa compagine, Spagnoli, dopo aver acquisito questa denominazione solo lo scorso anno, ha deciso di puntare su mister Alessio Dionisi, suo coetaneo. Il club rossoblù, ripescato in Serie C grazie alla vittoria nello spareggio con il Forlì, si è reso protagonista di una straordinaria scalata. Il terzo posto nel girone B raggiunto dall’Imolese ha regalato alla squadra di Dionisi i playoff per la Serie B. E Dionisi, classe ’80 di Abbadia San Salvatore, si è confermato come uno dei migliori allenatori emergenti. Dopo una carriera da difensore vissuta tra Voghera, Varese, Tritium, Ivrea e Sambonifacese, Dionisi appende gli scarpini al chiodo nel 2014 quando indossa la maglia dell’Olginatese.

Leggi anche —–> Fabio Caserta, allenatore: età, biografia, tattica e social

Venezia, alla scoperta di Dionisi: condottiero intelligente e già maturo

Da qui il passaggio in panchina, partendo dalla Serie D in cui ha militato fino allo scorso anno. Due anni al Borgosesia e una stagione decisamente positiva con la Fiorenzuola nel 2017/18. La crescita continua di Dionisi ha indotto il patron dell’Imolese Spagnoli a puntare su di lui e, visti i risultati, mai scelta si è rivelata più azzeccata. Da subito il tecnico toscano si è dimostrato molto intelligente, dando una continuità tattica alla squadra con l’obiettivo di non stravolgerla, ma plasmarla in maniera molto discreta e graduale. Poi, nel corso della stagione, si sono visti i risultati di un gioco bello a vedersi ma anche concreto. L’Imolese ha le idee chiare, i giocatori conoscono molto bene i loro compiti: “Non esistono dogmi tattici: ai ragazzi chiedo di giocare secondo le proprie abilità, con quel tocco di imprevedibilità dato dalle singolarità tecniche e fisiche di ciascuno. Abbiamo lavorato con un sistema di gioco simile all’anno scorso, ma fondandolo di più sul possesso palla”.

Per tutte le ultime notizie sul mercato di Serie B CLICCA QUI!

Al suo primo anno su una panchina professionistica, Dionisi ha mostrato grande maturità, adattandosi alle caratteristiche della propria rosa. Per l’allenatore 39enne sono comunque due i moduli più utilizzati: il 4-3-3, il più usato in carriera, e il 4-3-1-2, il sistema di gioco adottato quest’anno. “Ho fatto il 4-3-3, non l’ho sposato”, aveva detto in fase di presentazione a giugno dello scorso anno. In un anno l’Imolese è passata dalla Serie D ai playoff per accedere in Serie B. Tanto del merito va attribuito proprio all’allenatore rossoblù, che dopo aver eliminato il Monza di Berlusconi e Galliani in virtù del miglior posizionamento in campionato (il doppio scontro era in parità), ha affrontato ed è caduto solo di fronte al Piacenza. Una cavalcata incredibile che ha spinto il Venezia a puntare su di lui, nonostante il rinnovo con l’Imolese fino al 2022 e ancor prima di sapere se sarebbe stata ripescata in Serie B. E così il club veneto ha deciso di offrirgli un contratto biennale che è stato prontamente firmato dall’allenatore che dallo scorso 3 luglio è ufficialmente alla guida degli arancioneroverdi.

Alessio Dionisi, allenatore: vita privata e social

Fuori dal campo Alessio Dionisi vive in maniera molto riservata. Non ha account social ufficiali, se si esclude il profilo su Facebook che conta meno di 2000 amici, e difficilmente si trovano notizie relative alla sua vita privata. Ai tempi del Varese ha conosciuto Paola Frascaroli, allora responsabile marketing della società. I due hanno avuto una lunga storia d’amore (hanno convissuto per più di 10 anni) e Dionisi si è spostato definitivamente a Varese. Dalla relazione con Paola Frascaroli sono nati anche due figli (un maschio e una femmina). L’attuale allenatore dell’Imolese aveva anche avviato un’azienda, la Arcoiris, che si occupava di organizzare centri estivi per bambini e ora si è trasformata nell’associazione Enjoy. Al suo fianco c’è l’attuale fidanzata Maila Celotto, che si decica con grande passione e impegno anche alla valorizzazione del territorio nell’ambito del sociale.

F.I.