La redazione di SerieBnews.com ha contattato il giornalista Alfonso Avagliano, vicino alle vicende di casa Salernitana per commentare il momento della squadra di Gregucci: dal rischio playout fino al mercato granata

Salernitana Avagliano Gregucci
Angelo Gregucci @ Getty Images

Nonostante il turno di riposo, la Salernitana osserverà con attenzione la 32esima giornata di Serie B. Un momento negativo per la squadra campana, in crisi di di gioco e risultati soprattutto in trasferta: nelle ultime cinque gare la Salernitana ha portato a casa soltanto un punto. Ed è proprio da qui che ai microfoni di SerieBnews.com ha esordito Alfonso Avagliano, giornalista de ‘Il Mattino’: “Io direi di più, il trend negativo investe anche le partite casalinghe. Con Gregucci a Salerno, la squadra viaggia con una media di un punto a partita. E’ una squadra che paradossalmente, in trasferta ed in porzioni di gara come accaduto a La Spezia, riesce ad esprimersi anche in maniera migliore perchè non è obbligata a fare la gara. Le difficoltà sono soprattutto mentali, si è smesso di credere ai playoff da tempo e la società non ha invogliato a dovere i giocatori. E’ una stagione che avrebbe dovuto riservare ben altro e che rischia di chiudersi con un amaro epilogo“.

Leggi anche — > Calciomercato Salernitana, Gregucci a rischio esonero: il motivo

Calciomercato Salernitana, il futuro di Gregucci e le scelte della società

Il focus di Avagliano si è quindi spostato su Angelo Gregucci, tecnico della Salernitana, il cui futuro resta in bilico: “Dipenderà dal club. Se la società si vorrà riavvicinare ai tifosi con un’ “operazione simpatia” convincendoli della bontà del progetto, allora sarà inevitabile resettare tutto dalla dirigenza fino all’allenatore. Gregucci non scalda i cuori della gente, il tecnico pugliese ha il contratto in scadenza nel 2020 e la Salernitana difficilmente riuscirà a disfarsene. Servirà un cambiamento per accontentare la piazza”. Si continua con un commento sul prossimo impegno contro il Cittadella di Venturato: “Giocheranno contro il Livorno, non so quale risultato possa convenire alla Salernitana. La squadra di Venturato è un club modello, ogni anno con 2,5-3 milioni, Marchetti costruisce sempre squadre con giovani interessanti. Ci si può aspettare di tutto. Non mi fiderei, la Salernitana dovrà prendere consapevolezza che si lotta per non andare ai playout”.

Per tutte le ultime notizie sulla Salernitana CLICCA QUI

Infine, una riflessione sullo scorso calciomercato, con il paradosso Casasola che da difensore centrale, è il miglior marcatore dei granata: “In attacco la scommessa era Jallow che nella seconda parte della scorsa stagione aveva fatto 11 gol. In estate c’erano sicuramente i presupposti per vivere un campionato migliore, è chiaro che da uno come Djuric ci si aspettava qualcosa in più. Alcune operazioni sono state poco fortunate, penso a Di Gennaro o Djavan Anderson. Molti giocatori, soprattutto quelli approdati dalla Lazio, temo abbiano accettato Salerno non con il massimo entusiasmo. Se ti rendi conto che il mercato estivo ha reso sotto le aspettative, allora credo che a gennaio andasse fatto qualcosa in più ed in tal senso i ‘no comment’ di Gregucci fanno capire come il tecnico non sia stato, probabilmente, pienamente accontentato”.

S.C