Ascoli, bianconeri protagonisti sul calciomercato. E può ancora arrivare De Luca

Amato Ciciretti (Instagram Ascoli)

L’Ascoli è stato assoluto protagonista nell’ultima sessione di calciomercato, con colpi in grado di far sognare la piazza per il presente ma soprattutto per il futuro

Il calciomercato invernale si è chiuso da poco e alla fine della giostra l’Ascoli è stata senza dubbio la società che più ha stupito. Esperienza, talento e spregiudicatezza sono le caratteristiche dei tre colpi simbolo dei bianconeri: il portiere Vanja Milinkovic-Savic, fratello del laziale Sergej, il navigato Matteo Rubin per la difesa e la classe di Amato Ciciretti. Un trittico di prestigio, da Serie A. In particolare l’esterno offensivo di proprietà del Napoli rappresenta la vera garanzia da parte di questa società, che dimostra di essere intenzionata a crescere e puntare obiettivi importanti. La classifica dei ragazzi di mister Vivarini, almeno ora, resta deficitaria ma la zona playoff è ancora alla portata. Per questo il ds Tesoro ha puntato su questi profili, insieme agli innesti di Andreoni, Iniguez e il talentuoso marocchino Chajia. Non solo, come riporta Sky Sport, è ancora in bilico la situazione Giuseppe De Luca: il contratto per l’acquisto della ‘Zanzara’ era stato depositato in tempo, ma l’Entella ha commesso l’errore di farlo presso la Lega C, invece che la Lega B. La Virtus si sta muovendo per sbloccare la situazione con l’ufficio legale della FIGC. In caso di esito positivo, sarebbe un ulteriore colpo da sogno per l’Ascoli.

Per tutte le ultime notizie sul mercato di Serie B CLICCA QUI

Ascoli, l’obiettivo è la Serie A: il club non si fermerà al primo fallimento

L’Ascoli vuole provare l’assalto alla Serie A, da subito. Le possibilità di rimonta ci sono, ma il ruolino da 1 vittoria nelle ultime 7 non può bastare: per questo bisognerà sfruttare le occasioni che verranno. Nelle prossime 5 gare la squadra di Vivarini affronterà formazioni che sono attualmente alla pari o più in basso in classifica. Poi arriverà il tour de force tra Verona, Lecce, Benevento e Pescara, quindi l’Ascoli dovrà accumulare quanti più punti possibili. In estate il nuovo patron Massimi Pulcinelli non si era nascosto: “La Serie A è un obiettivo, ma bisogna lavorare per gradi”. E se i bianconeri non riusciranno a centrare la promozione già quest’anno, il mercato condotto a gennaio ha dimostrato che la dirigenza non ha intenzione di risparmiare investimenti e ambizioni.