Lecce, Scavone ringrazia: “I vostri messaggi mi hanno riempito il cuore”

Manuel Scavone Lecce
Scavone (Instagram Lecce)

Il giocatore del Lecce, Manuel Scavone, torna a parlare dopo il violento scontro nei secondi iniziali del match contro l’Ascoli che, fortunatamente, hanno portato solo a un grosso spavento

Il Lecce e tutto il mondo del calcio può tirare un sospiro di sollievo. Manuel Scavone è stato dimesso dall’Ospedale Fazzi ed è tornato alla normalità. Il violento scontro che ha visto protagonista il centrocampista giallorosso, poi rimasto a terra privo di conoscenza, nel match con l’Ascoli di venerdì, è ormai alle spalle. Scavone è tornato a parlare in una conferenza stampa organizzata ad hoc dal Lecce, a cui ha presenziato anche lo staff sanitario del club pugliese. “Non sono bravo con le parole, ma ci tenevo a dire delle cose – le parole di Scavone nella pancia del ‘Via del Mare’ -. Devo ringraziare tanto il popolo giallorosso perché in questi giorni attraverso i messaggi mi hanno fatto sentire il loro calore e la loro vicinanza e questo mi ha riempito il cuore. Devo ringraziare anche tutti coloro che non seguono il Lecce ma che mi hanno dimostrato il loro affetto”.

Per tutte le notizie più importanti CLICCA QUI!

Lecce, Scavone: “Siamo una famiglia, un gruppo fantastico”

Scavone ha voluto dedicare un pensiero a tutti quelli che in qualche modo gli hanno fatto sentire il loro affetto, in particolare all’interno della società Lecce: “Ringrazio questa squadra, questa famiglia. Ho potuto constatare che si parla di una famiglia, ho sentito la vicinanza del presidente e di tutta la società e questo mi ha fatto molto piacere e dato una grossa forza – le parole riportate da Sky Sport -. Voglio ringraziare i miei compagni perché sono dei ragazzi stupendi e che siamo un gruppo fantastico e sono orgoglioso di far parte di questa squadra. Ringrazio tutte le persone che hanno parlato fino a questo momento, dallo staff sanitario, l’equipe del Pronto Soccorso, la rianimazione dell’Ospedale Fazzi perché hanno fatto il massimo per me e per questo gli devo essere grato. Oggi sto bene, ma devo ringraziarli per i trattamenti che ho ricevuto in questi giorni. Tutto ciò non è scontato”.

Per seguirci su Instagram CLICCA QUI!

Lecce, il patron Sticchi: “Brutto spavento, ma il rinvio non sia un pretesto”

Insieme a Manuel Scavone presente anche il presidente del Lecce, Saverio Sticchi: “Oggi abbiamo pensato che fosse una buona occasione dopo aver passato dei giorni molto importanti e difficili. Una conferenza doverosa per ringraziare tutti i protagonisti di questa vicenda sfortunata ma che si è conclusa in modo felice. Siamo felici di poterci vantare di questo staff sanitario e dell’equipe medica che ha dimostrato di essere di Serie A – continua il patron giallorosso -. Un ringraziamento va fatto anche a Mauro Balata, il Presidente della Lega di B. La loro sensibilità ci ha consentito di rinviare una gara che si sarebbe dovuta giocare. Ma questo precedente è unico e va utilizzato nel modo giusto, perché non deve essere un pretesto. Il Lecce calcio è una famiglia, tutti ci siamo preoccupati e oggi vogliamo voltare pagina più forti e più uniti di prima”.