Reddito di Cittadinanza, pronta l’assunzione dei navigator: ma cosa sono?

reddito cittadinanza navigator
Luigi Di Maio (Getty Images)

Il ministro Luigi Di Maio ha annunciato l’assunzione di 10mila navigator per il reddito di cittadinanza: cosa sono e cosa dovranno fare

Una bella novità per chi aspetta il reddito di cittadinanza, ma non solo: la grande attesa che c’è intorno a questa misura del Governo riguarda anche una nuova figura professionale che sarà legata a doppio filo proprio ai beneficiari del reddito. Si tratta del navigator, ovvero il tutor di chi è alla ricerca di lavoro e sta percependo il sussidio governativo. Luigi Di Maio ha annunciato 10mila nuovi navigator: “Li assumeremo subito – ha detto Di Maio ad Avezzano – Faremo dei colloqui con l’impegno di dargli un contratto che riguarda la collaborazione con l’Agenzia nazionale per le politiche attive per il lavoro”.

Le assunzioni saranno propedeutiche alla fase cruciale dell’erogazione del reddito, ovvero nell’assistenza a chi dovrà ricevere proposte di lavoro adeguate alle proprie competenze. Le assunzioni dei navigator non prevederanno alcun concorso, ma saranno effettuate a tempo di record. Verrà effettuata una scrematura sulla base dei curricula inviati e poi un colloquio individuale. Ma cosa sono i navigator e in cosa consiste il loro lavoro? Scopriamolo insieme.

Reddito di Cittadinanza, cosa sono i navigator e come verranno assunti

Di Maio ha spiegato come funzionerà il sistema del reddito di cittadinanza: “Un’impresa che assume chi prende il reddito avrà fino a 18 mesi di sgravi fiscali. Quando inizieremo a dare il reddito, da aprile di quest’anno, le imprese si rivolgeranno a un centro per l’impiego o a un navigator. Ma anche ad agenzie private, al fine di assumere quella persona”. Ma cosa sono i navigator e quale sarà precisamente la loro funzione? Si tratta in sostanza di tutor, che lavoreranno di pari passo con i centri per l’impiego prendendosi carico del profilo del richiedente lavoro. E cercando le famose tre offerte che, qualora rifiutate, comporteranno poi la temuta perdita del reddito.

I navigator saranno assunti da Anpal servizi, che riceverà dallo Stato 200 milioni per il 2019, 250 per il 2020 e 50 per il 2021, “per consentire la stipulazione di contratti con le professionalità necessarie ad organizzare l’avvio del Rdc”. Un progetto molto ambizioso che, almeno nelle intenzioni, inizia a prendere forma. Vedremo se avrà poi applicazione pratica e se avrà successo.