Un profilo di Tommaso Augello, terzino che sta ben figurando in questa stagione di Serie B

Tommaso Augello Spezia
Augello (Getty Images)

Conosciamo meglio Tommaso Augello, terzino sinistro classe ’94 che sta facendo molto bene allo Spezia in Serie B.

Dopo un primo assaggio del campionato cadetto, quest’anno Tommaso Augello si è preso le chiavi della fascia sinistra dello Spezia. Diventato titolare con l’arrivo di Pasquale Marino sulla panchina dei liguri, il classe ’94 ha appena segnato il primo gol in Serie B aprendo le danze del 4-0 sul Cosenza. Una rete tra l’altro bellissima con un sinistro al volo su schema da angolo e arrivata dopo neanche un minuto di gioco, appena 40″ sul cronometro! Una vittoria molto importante per lo Spezia, che conferma l’ottimo rendimento al Picchi e il desiderio di centrare i playoff, soltanto sfiorati la passata stagione. La squadra è molto giovane e di grande prospettiva, ma per il presente c’è Augello, il nuovo padrone della corsia mancina che proverà a far spiccare il volo agli aquilotti. Ma tracciamo un profilo di questo giocatore, le caratteristiche tecniche, la biografia e qualche curiosità sulla sua vita privata.

Tommaso Augello, terzino sinistro: biografia, caratteristiche tecniche e calciomercato

Tommaso Augello è nato a Milano il 30 agosto 1994. Cresciuto nella scuola calcio del Cimiano, molto importante a livello giovanile, ha fatto il salto tra i “grandi” arrivando a 17 anni al Pontisola dove ha disputato con ottimi risultati due campionati di Serie D collezionando anche 4 presenze in Coppa Italia. Nell’estate 2014 è arrivato alla Giana Erminio, società lombarda appena promossa in Serie C di cui diventa subito un titolare inamovibile e protagonista della doppia salvezza di fila. Il terzo anno è quello della definitiva esplosione perchè gioca tutte le partite, aiutando la squadra a centrare uno storico playoff poi svanito agli ottavi di finale col Pordenone. Così dopo tre stagioni nella splendida realtà di Gorgonzola (più di 100 presenze), saluta la sua terra e sbarca a La Spezia per mettersi in gioco in Serie B.

Tommaso Augello, la freccia mancina dello Spezia

L’impatto con la categoria e la nuova città è ottimale, anche se fatica a ritagliarsi uno spazio importante in squadra. Fino alla 30°giornata raccoglie appena 5 presenze (due da subentrato), ma nell’ultima parte di campionato inizia a giocare con più continuità. Un normale percorso di crescita che finisce con l’arrivo di Pasquale Marino, reduce dalla sfortunata avventura al Brescia ma tecnico esperto e di grande spessore per la Serie B. Con l’ex Udinese, Augello parte titolare nel doppio turno di Coppa Italia (eliminati dalla Spal per 0-1) e anche in campionato con il numero 3 sulle spalle, cambiato a inizio stagione per il ruolo di terzino e in ricordo di Paolo Maldini, da sempre il suo idolo. Tommaso infatti è tifoso del Milan e da piccolo è cresciuto guardando le imprese di quella squadra, guidata dal loro capitano sul tetto d’Europa e del Mondo.

E’ difficile che Augello arriva ai quei livelli, ma soltanto avere l’occasione di esordire in Serie A, completando la lunga scalata iniziata dalle categorie minori sarebbe coronare il sogno di una vita. Per adesso è concentrato soltanto sull’obiettivo playoff con lo Spezia, ma si sono già mosse alcune squadre della massima serie per chiedere informazioni su Augello. Le ottime prestazioni del difensore infatti non sono passate inosservate e hanno attirato le attenzioni di Empoli e Frosinone che in caso di salvezza potrebbero pensare al suo acquisto.

Tommaso Augello, caratteristiche tecniche: leader silenzioso, senza eccessi e poco social

Tommaso Augello è un giocatore molto intelligente, disciplinato (nessun giallo quest’anno) e disponibile verso la squadra. Nella sua carriera ha giocato in tutti i ruoli della difesa ma essendo mancino e dotato di buona corsa, si è stanziato sulla corsia mancina dove a secondo dei sistemi di gioco può giocare come terzino di spinta ma anche come laterale alto. La principale qualità infatti è la grande spinta sulla fascia, che in fase offensiva gli permette di realizzare molti cross e assist per i compagni. Deve migliorare in quella difensiva, marcatura compresa, e nella gestione delle forze nei 90 minuti. Il mancino preciso ed educato può essere molto pericoloso anche su calcio piazzato, non solo per gli angoli ma anche da punizioni dirette.

A guardare un po’ sui social, la vita privata è abbastanza riservata: molte foto sul campo e poche quelle personali. Il profilo Instagram di Augello per esempio non raggiunge neanche i 1000 follower, ma siamo sicuri che se continuerà su questa strada il suo nome si spargerà in fretta.