reddito di cittadinanza

Luigi Di Maio (Getty Images)

Il vicepremier Luigi Di Maio ha annunciato le misure del reddito di cittadinanza che avranno gli italiani a partire dal prossimo anno. All’interno di Stasera Italia, che andrà in onda su Rete 4, il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico ha svelato: “Prima di Natale gli italiani avranno le misure per il reddito e la pensione di cittadinanza, la quota 100, il rimborso ai truffati delle banche e l’Ires alle imprese al 15%. Il primo reddito di cittadinanza lo avremo il primo di marzo e la prima pensione di cittadinanza a febbraio”. Di Maio ha, infine, aggiunto novità sul lavoro effettuato finora: “Sono stati sei mesi importanti che danno il via, ma ancora c’è da lavorare. Sono stati sei mesi in cui abbiamo avuto l’opportunità di dire che tante cose che non si potevano fare invece si possono fare. Ma non è stato facile”.

Tutte le news di giornata: CLICCA QUI!

Reddito di cittadinanza, l’accusa di Renzi

Matteo Renzi, ex presidente del Consiglio dei Ministri, ha criticato duramente la misura del reddito di cittadinanza direttamente dal Parlamento europeo a Bruxelles: “Pagare la gente per stare sul divano, non soltanto fa arrabbiare gli europei ma lasciatemi dire che fa arrabbiare anche gli italiani. Il reddito di cittadinanza, unito al blocco delle infrastrutture, significa il suicidio dell’Italia. Una cosa è abbassare le tasse a chi crea lavoro o dare gli 80 euro famosi che permettono al ceto medio di avere qualche soldo in più in tasca, cioè alzare il salario”.