Matteo Paro (Getty Images)

Il centrocampista classe 1983, Matteo Paro, era una delle giovani promesse della Juventus retrocessa in Serie B per le vicende di Calciopoli.

Stagione 2006/2007, la Juventus di Didier Deschamps è pronta ad affrontare il campionato di Serie B con l’obiettivo di risalire immediatamente la china e tornare nel massimo campionato italiano. Date le tante cessioni forzate, fra cui quelle celebri di Cannavaro, Ibrahimovic e Vieira, molti giovani sono stati aggregati alla prima squadra. Il più celebre è sicuramente Claudio Marchisio, che ha preso il suo posto nel centrocampo bianconero insieme ad un altro protagonista di quell’annata, Matteo Paro. Nativo di Asti, classe 1983, Paro, dopo una stagione in comproprietà al Siena, è parte fondamentale della linea mediana della Vecchia Signora tanto da realizzare il primo gol in Serie B della Juventus. Era il 9 Settembre 2006 e i bianconeri erano ospiti del Rimini.

Serie B, Matteo Paro: il gol della rinascita

Paro dopo il primo gol in Serie B (Getty Images)

La rete del giocatore piemontese è il simbolo del nuovo corso della Juventus, rinata dalle ceneri di Calciopoli. Oggi, a distanza di 12 anni e due mesi da quella partita, i bianconeri sono tornati protagonisti in Serie A e in Champions League e tutto è iniziato da quel destro al volo nel pomeriggio caldissimo di Rimini. Dov’è oggi Matteo Paro? Dopo qualche parentesi sfortunata sui campi di provincia della A e qualche annata da protagonista in Serie C, il classe 1983 si ritira nel 2016, dopo essere tornato in B a dieci anni di distanza dalla Juventus. Fra Genoa e Crotone, Paro è passato da essere compagno di squadra a collaboratore di Ivan Juric. L’originario di Asti infatti, è nello staff di analisti del Genoa del tecnico croato, approdato sulla panchina del Grifone nel mese di Ottobre.

Giorgio Trobbiani