Bisoli (Getty Images)

La sfida tra Perugia e Padova è terminata a favore degli umbri: un altro brutto colpo per la panchina di Bisoli, sempre più vicino all’esonero. 

Perugia-Padova non è stata una partita come tutte le altre. A fronteggiarsi due allenatori con lo stesso stato d’animo e la stessa situazione: due panchine in bilico, quelle di Nesta e Bisoli. Alessandro Nesta tira un sospiro di sollievo. La vittoria del suo Perugia sul Padova gli permette di mantenere ancora il suo posto sulla panchina della squadra umbra. Dopo settimane di rischio e preoccupazione, le sorti dell’ex difensore laziale si stanno risollevando e il pericolo di esonero si allontana. Va malissimo, invece, a Pierpaolo Bisoli. L’allenatore del Padova rischia seriamente di essere sollevato dall’incarico. Dopo le prime dieci giornate il bilancio della squadra veneta è impietoso: 7 punti, 1 sola vittoria, 4 pareggi, 5 sconfitte. Trema la panchina di Bisoli, mentre la società sta già pensando ad un possibile sostituto.

Serie B, il Padova pensa al nuovo allenatore: dopo Bisoli c’è Cosmi

La decisione che riguarda la permanenza di Pierpaolo Bisoli sulla panchina del Padova dovrebbe arrivare entro le prossime ore. La società sta riflettendo sulle prossime mosse e, soprattutto, sul nome dell’eventuale sostituto che prenderà il posto dello sfortunato tecnico. L’ipotesi più accreditata è che venga concessa un’ulteriore possibilità all’attuale allenatore dei veneti nel prossimo turno del campionato di Serie B, in programma questo fine settimana. Ma c’è anche il rischio che il cambio di panchina avvenga nell’immediato. In cima alla lista dei possibili nuovi tecnici c’è Serse Cosmi. Spuntano poi i nomi di Claudio Foscarini, Domenico Di Carlo, Roberto Breda e Michele Marcolini, scelte papabili, ma di ripiego. Il sogno impossibile resta Zdenek Zeman: con il boemo non c’è possibilità di raggiungere un accordo in fretta e a termini economicamente convenienti per il Padova.

Alessandra Curcio