Virtus Entella (Getty Images)

Oggi ci sarà il responso del TAR sul caso Virtus Entella, sospesa tra retrocessione in Serie C e ripescaggio in Serie B.

Il Virtus Entella è il protagonista indiscusso delle notizie degli ultimi giorni. Ieri è stato il giorno di Antonio Cassano, neo-acquisto del club, che ha cominciato gli allenamenti con la sua nuova maglia. Oggi la compagine ligure saprà quale sarà il suo destino: se proseguirà il cammino appena cominciato in Serie C, come stabilito dai risultati sul campo, o in Serie B, come ha stabilito una sentenza del Collegio di Garanzia del CONI. Oggi il TAR del Lazio dovrebbe dare una risposta in merito, chiudendo uno dei tanti fronti ancora aperti sulla linea riammissioni/ripescaggi. Quello del Virtus Entella è stato un vero e proprio calvario giudiziario, fatto di ricorsi e sentenze, che oggi arriverà finalmente ad un punto, in positivo o in negativo.

Virtus Entella, la vicenda giudiziaria della squadra sospesa tra Serie B e Serie C

La Virtus Entella è una squadra attualmente iscritta in Serie C dopo la retrocessione nella passata stagione. Nella nuova serie ha già giocato una partita, ma poi tutto si è fermato per aspettare i ripescaggi in atto nella Serie B. La storia che riguarda i liguri è diversa da quella delle altre squadre: chiedono l’annessione alla B, in un campionato già cominciato da sette anni, dopo la sentenza che impone di penalizzare il Cesena (fallito e ripartito dalla D con una nuova matricola federale). L’Entella sostiene che a retrocedere doveva essere la squadra romagnola. La sentenza del Collegio di Garanzia del Coni dà ragione alla società ligure, ma oggi il Tar del Lazio riesaminerà il ricorso della Lega B e della Figc, che vogliono una Serie B a 19 squadre, con l’Entella fuori. Come ha stabilito la legge recentemente approvata dal Parlamento, da adesso in poi sarà proprio il Tar laziale ad esprimersi sulle controversie sportive.

Alessandra Curcio