Simone Palombi (Getty Images)

Alla scoperta dell’attaccante rivelazione della Serie B: Simone Palombi. Originario di Tivoli e classe 1996, l’attaccante cresciuto nel settore giovanile della Lazio sta impressionando tutti.

Il Lecce, squadra neopromossa in questa stagione di Serie B, ha iniziato bene la nuova avventura nel campionato cadetto e parte del merito è da attribuire a Simone Palombi, 22enne attaccante della squadra pugliese. In un momento storico per l’Italia, nel quale è forte la carenza di centravanti di spessore, in grado di assicurare agli azzurri gol importanti, Palombi, e il suo buon momento di forma, fa ben sperare per il futuro. Il giocatore, cresciuto sotto l’ala protettiva dell’attuale tecnico della Lazio, Simone Inzaghi, è pronto a prendersi un ruolo da protagonista in Serie A a suon di gol. Ma tracciamo un profilo di Simone Palombi, le caratteristiche tecniche, la biografia e qualche curiosità sulla sua vita privata.

Simone Palombi, attaccante: caratteristiche tecniche e biografia

Simone Palombi (Getty Images)

Simone Palombi nasce a Tivoli il 23 Aprile del 1996. Inizia a muovere i suoi primi passi nel mondo del pallone con la maglia della Lazio, con la quale si afferma nel settore giovanile, aggiucandosi diverse volte il titolo di capocannoniere dei diversi campionati a cui prende parte. Sul finire della stagione 2012/2013, un Palombi appena 17enne fa anche il suo esordio nella squadra Primavera biancoceleste, realizzando due gol in un 5-1 al Napoli. L’attaccante di Tivoli è l’uomo degli esordi. Nella sua prima stagione da professionista in B, con la maglia della Ternana, trova subito la rete alla prima presenza con i rossoverdi. Così come succede con la maglia della Salernitana, lo scorso Gennaio, con la quale va subito a segno, al primo gettone contro il Venezia. E non finisce qui, il 7 Agosto, giorno della sua prima gara per i colori del Lecce, è subito decisivo contro il FeralpiSalò, siglando la rete che vale il passaggio del turno in Coppa Italia. Con la prima squadra della Lazio invece, ancora non è riuscito a centrare la porta, complici anche le poche presenze, 3, fra Serie A ed Europa League.

Le caratteristiche fisiche e tecniche di Palombi, rapace d’area, i 4 gol già segnati dal classe ’96 in questa stagione di Serie B, sono arrivati tutti negli ultimi 16 metri, e tutti, curiosità interessante, di sinistro, nonostante il ragazzo di proprietà della Lazio sia destro. Sicuramente un segnale di grande duttilità a giocare con entrambi i piedi, oltre a grandi doti di posizionamento – ecco spiegati i 4 gol in area – e la bravura nel gioco aereo, tutti elementi che fanno di Palombi, una mina vagante all’interno dell’area di rigore avversaria e un uomo mercato per le prossime sessioni.

Simone Palombi, cuore biancoceleste, vita privata e social

Simone Palombi (Getty Images)

Simone Palombi è un tifoso sfegatato della Lazio, ora allenata dal suo mentore nel settore giovanile, Simone Inzaghi. Nel privato, Palombi è molto legato alla sua famiglia e alla sua fidanzata, Valeria, come si può notare dal suo profilo Instagram. Inoltre, sfoggia con orgoglio la maglia della nazionale Under21, con la quale ha fatto il suo esordio l’1 Settembre dello scorso anno, collezionando 4 presenze, ma, in questo caso, senza gol. Palombi ha anche un profilo Facebook, nel quale è possibile trovare contenuti simili a quelli mostrati su Instagram.

Giorgio Trobbiani