getty images
getty images

SERIE B Le pagelle di Livorno-Vicenza:

LIVORNO

Pinsoglio 5,5 subisce il secondo gol sul suo palo, la conclusione è ravvicinata ma la posizione dell’estremo sembra imperfetta

Moscati 5 colpevolmente in ritardo nelle marcature ospiti, infilato in ambo le circostanze

Ceccherini 5,5 pomeriggio duro nel duellare con l’ariete vicentino, anticipato nella circostanza del pari proprio segnata dall’avversario diretto

Vergara 6 ordinato e diligente, attento soprattutto nei contrasti aerei

Lambrughi 5,5 soffre le incursioni di Laverone, lasciando troppo spazio sul quale si fiondano in superiorità numerica teorica i veneti

Luci 6 generoso sempre e comunque, peculiarità che gli costa un pizzico di lucidità in termini di trasmissioni di gioco

Schiavone 5,5 non incide sull’inerzia della contesa, anche quando si incarica di calci piazzati che potevano essere finalizzati in modo diverso, come quello calciato in pieno overtime dal limite

Cazzola 6 riscatta una prova opaca con il colpo di testa che vale il parziale vantaggio (22’st Pasquato 6 garantisce un brio maggiore nel momento del bisogno)

Fedato 6 un paio di iniziative creano altrettante circostanze pericolose, sfiora l’eurogol con una forbice volante

Jelenic 6 si accende a tratti, parte bene in ambo frazioni e proprio nella seconda regala il vincente sfruttato appieno da Cazzola (23’st Aramu 6 chiamato in causa per produrre ampiezza campo, operazione riuscita a metà)

Vantaggiato 6,5 due occasioni per il bomber amaranto: alla seconda non perdona e vola a quota 7 nella classifica marcatori

VICENZA

Vigorito 6 capitola in due circostanze senza specifiche responsabilità

Laverone 6 a due facce: positivo nel proporsi con continuità, meno a suo agio in copertura

Sampirisi 6 stringe i denti nel momento di maggior pressione toscana, nell’ultima porzione di sfida, risultando sicuramente un buon scudiero a difesa di Vigorito

Mantovani 5,5 concede il pertugio necessario sul quale si getta Vantaggiato gonfiando la rete avversaria

D’Elia 6,5 sinistro da manuale che si destina all’angolino, una rincorsa di 60 metri che vale un’emozione unica per l’esterno mancino al primo centro cadetto

Modic 6 pericoloso su calcio piazzato, elegante nell’incedere e dirigere le operazioni in mediana (31’st Sbrissa sv)

Urso 5,5 poco appariscente, fatica a trovare il feeling con il compagno di reparto

Cinelli 6,5 firma il filtrante che vale il pareggio biancorosso, prezioso l’apporto del capitano biancorosso

Gatto 5 prestazione sottotono, troppo spesso avulso dalla manovra offensiva (40’st Pettinari sv)

Raicevic 5,5 cartellino rosso e doccia anticipata per l’attaccante, pomeriggio in chiaroscuro per lui

Giacomelli 6,5 trottolino fondamentale per le dinamiche di gioco del Vicenza, spunti interessati e moto perpetuo su tutto il fronte