Padova-Reggina, Serena: “Facciamo corsa sul Novara”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:54
foto getty images
foto getty images

SERIE B PADOVA REGGINA SERENA DICHIARAZIONI POST PARTITA / PADOVA – Michele Serena, allenatore del Padova, commenta così il 2-2 maturato contro la Reggina, che complica non poco i piani di salvezza dei biancoscudati. Ecco le sue dichiarazioni, riportate da padovagoal.it: “Il modulo? Ho anche pensato a coprirci di più. Alla fine abbiamo preso una rete con un fallo di mano loro. L’allenatore è bravo quando la partita è finita, ma tanto dipende da quello che recepisce la squadra. A La Spezia con un centrocampista in più non siamo riusciti a concludere nulla nella ripresa. La partita si era incanalata in un certo modo, è evidente che giocando così si spende molto, ma non è un caso se arriviamo stremati. Per ricaricare la squadra a livello mentale vedremo. Di energie ne abbiamo spese moltissime, i ragazzi sono incazzatissimi, ma hanno dimostrato di saper dimostrare in agonismo le situazioni. Preferivo fare tre punti, ma il pari ci ha comunque aperto la strada per i playout, questo ci deve dare la forza per scrivere noi il nostro futuro. Prima non bastava. Il Novara? Sarà battaglia da qui alla fine per aggiudicarsi i posti per lo spareggio. Se si vinceva oggi si poteva fare la corsa anche sulla Ternana, ma adesso si pensa solo ai piemontesi. Il Padova è la squadra più tartassata dai rigori?  Ne abbiamo preso tanti contro, ma non credo a situazioni strane, altrimenti perdo anche la voglia di lavorare e mi verrebbe da vomitare. Le immagini però parlano chiaro e sono evidenti gli errori. Dobbiamo pensare di preparare al meglio la squadra sul campo. La Reggina torna a casa contenta per come si è messa la partita. Sono soddisfatto per la partita fatta, abbiamo creato un sacco, facendo due gol, ci abbiamo provato in tutti i modi, del resto ci sono delle immagini che parlano chiaro. Non le ho riviste bene, ma se due gol non bastano, questo è quello che ci aspetta da qui alla fine. Sapevo che loro venivano qua a fare questo tipo di gara. Non hanno mai tirato, hanno fatto due gol in entrambe le occasioni. Non sono incazzato per la prestazioni, ma per altro. Il rigore? La palla era fuori, non c’era, ma alla fine conta poco quello che percepisco io. Sul secondo loro hanno anche un tocco di mano, altro non voglio aggiungere. Ci sono state 13 palle gol del Padova, zero parate di Mazzoni, ma così gira. La classifica? Adesso i playout sono aperti, per il Cittadella ma anche per noi, adesso questo punto ce lo teniamo e dobbiamo mantenere queste distanze. Ci sono ancora 24 punti in palio e vediamo cosa succede”.