Da quando è arrivato al Vicenza nel mercato di gennaio, il rendimento di Nicolas Bremec è stato sempre positivo, ma le sue parate sin qui non sono bastate a risollevare la squadra dalla zona retrocessione. “Del mio rendimento sono soddisfatto, ma farei cambio subito con una vittoria al Menti – ha detto il portiere al ‘Giornale di Vicenza’ -. Per dire: se sabato si dovesse vincere 4-3 sul Cittadella e i tre gol presi fossero colpa mia festeggerei lo stesso e anzi verrei in sala stampa ad ammettere: sì, ho sbagliato tutto”. Nonostante la posizione in classifica, l’ex Grosseto ci crede ancora: “Mancano ancora otto gare, i punti per farcela ci sono, dunque è nostro dovere giocarcela fino alla fine, fare i conti oggi non serve a nulla. L’umore non è alle stelle, ovvio, siamo un po’ preoccupati e un po’ arrabbiati, anzi se penso alle quattro giornate di squalifica date a Semioli sono molto arrabbiato. Dovremo fare bene lo stesso, certo la situazione è delicatissima, diciamo al limite e dunque non si può abbassare la guardia. Ma anche quando si è vinto si sapeva che ci sarebbe stato da lottare fino alla fine, oggi sarebbe un errore essere troppo pessimisti: fiacca il morale e non serve”.