Ancora collegati da Vercelli, dove hanno appena parlato alcuni dei protagonisti della gara. Di seguito i commenti dei due allenatori, Braghin e Calori, ai quali si unisce l’attaccante della Pro Vercelli, Ragatzu.

Maurizio Braghin:”Abbiamo regalato qualcosa, ma anche loro ci hanno regalato qualcosa. Abbiamo fatto errori che potevamo evitare.  E’ stata un’altra occasione buttata al vento dopo lo sforzo fatto a Padova per tornare a galla. Oggi è una mazzata, perché dopo aver sofferto nel primo tempo abbiamo giocato alla pari la ripresa. Gli errori hanno fatto la differenza. Situazione brutta, dura. Non abbiamo più giocatori, visto che anche Modolo rischiamo di perderlo per diverso tempo. Penso che il Brescia sia stata la miglior squadra venuta qui. Nel primo tempo ci ha messo in difficoltà, poi nel secondo tempo abbiamo preso le misure. Dispiace, ai ragazzi non si può rimproverare molto. Qualcuno ha bisogno di rifiatare. Si poteva fare di più, perché una squadra che deve salvarsi riesce a portare a casa il pari e noi non lo abbiamo fatto stasera. Dovevamo avere un po’ di cattiveria in più. Abbiamo sbagliato, proveremo a marcare a uomo così ci toglieremo ogni problema. A me è piaciuto molto Scaglia (Brescia), sul primo gol ha avuto un po’ di fortuna ma mi è piaciuto per come è andato tra le linee.

Alessandro Calori: “E’ stata una vittoria importante. Nel primo tempo abbiamo dominato la partita, abbiamo pareggiato ma non siamo riusciti a concretizzare. Lo abbiamo fatto contro una squadra che non si arrende e che lotta con rabbia, non era facile ribaltare la situazione. C’è stata applicazione, il piglio giusto, e vale doppio. La classifica la guarderemo alla fine. Guardiamo alla giornata, innanzitutto. Prendiamo degli eurogol allucinanti, anche contro il Bari. Non si può sbagliare nulla, e per segnare dobbiamo produrre veramente tante palle gol. Ci stiamo abituando a soffrire. Scaglia sta prendendo autorevolezza e anche confidenza col gol. Sa giocare tra le linee, sta capendo quello che gli chiedo. Lo fa con convinzione e che spesso risulta decisivo. Oggi, tutta la squadra ha dato tanto.

Daniele Ragatzu: ” Dopo il primo gol speravo che fosse la nostra giornata. Questo gruppo non si merita questo. C’è rammarico e tristezza, ma noi fino alla fine ci crediamo. L’impresa non è impossibile, dobbiamo lottare e fare il nostro dovere fino alla fine. L’impegno non è mai mancato. C’è dire che in questa partita abbiamo riscontrato anche un po’ di stanchezza, specie da parte mia”.

H.S.

Alessandro Calori (Getty Images)