Alfredo Aglietti

Protagonisti della conferenza stampa in casa Novara sono stati Alfredo Aglietti e l’amministratore delegato Massimo De Salvo, per celebrare il rinnovo di contratto fino al 2016 firmato ieri dal tecnico. “Sono contento della fiducia che mi è stata accordata, soprattutto perché sono riuscito a conquistarla in poche settimane – ha detto Aglietti, come riportato dal sito ufficiale del club -. Ringrazio la società nella persona dell’ad De Salvo, del dg Faccioli e del ds Giaretta. Credo fortemente nei valori di questa maglia e in chi la rappresenta, ognuno nei suoi compiti. Questo momento positivo deve essere di buon auspicio in vista del futuro. Vogliamo costruire qualcosa di importante insieme, e la partenza deve coincidere con la conquista della salvezza, poi cercheremo di costruire un futuro che sia migliore del presente. Quando sono stato contattato da Faccioli e Giaretta non ho avuto il minimo dubbio, ho accettato subito quella che reputo una piazza importante, con un ambiente destinato a darci qualcosa di importante. Pochissimi possono vantare un ambiente di questo tipo. Poi è stato fondamentale il lavoro che ho avuto la possibilità di svolgere sul campo, per dimostrare le potenzialità che la società mi ha riconosciuto scegliendo di prolungare il nostro rapporto. Amo questo lavoro, il Novara mi ha dato la possibilità di farlo e ho capito subito che si trattasse di un’opportunità da non perdere. Gran parte del merito va dato ai ragazzi, ai quali ho dato degli stimoli e ho ricevuto in cambio risposte positive. Non ho mai messo in dubbio le potenzialità di questa squadra, ma nel nostro calcio le capacità tecniche non bastano, ci vuole molto altro. In questo senso, abbiamo fatto operazioni mirate anche in sede di calciomercato, volte a non smembrare un gruppo già forte e che non necessitava di eccessive modifiche. Questa società ha un serbatoio importante su cui facciamo grande affidamento, prova ne siano l’importanza ricoperta da giocatori come Faragò, Fernandes, lo stesso Panzeri che terrò in considerazione quando tornerà dal prestito. Dal settore giovanile io intendo pescare anche in futuro per portare ragazzi interessanti in prima squadra”.
L’ad De Salvo ha commentato l’ipotesi di nuovi innesti nella società:  “Il Novara Calcio è un patrimonio di tutti, non solo mio, quindi nel momento in cui arriva qualcuno interessato ad acquistare interamente la società o una parte di essa, io non avrò nessun motivo di dire di no. Se le persone interessate saranno serie e credibili, ma credo non cia niente di strano. Di sicuro, al momento, non ci sono interessi. La gestione di una società di calcio è qualcosa di complesso, che ti dà piena la percezione di avere a che fare con qualcosa che non è solo tuo”.