Valeri Bojinov

 

Il neo attaccante del Vicenza Valeri Bojinov ha concesso un’intervista alla Gazzetta dello Sport dove ha parlato di vari argomenti. Molto duro quando parla del suo passato al Verona. Ecco le sue parole: ”Giocavo poco, troppo poco (un gol in 14 partite ma solo 4 da titolare, ndr). E ho voluto andare via, non ce la facevo a stare in panchina. Perchè non giocavo? Non lo so, non l’ho capito. Chiedete a lui (Mandorlini ndr). Tornare a Verona? Se c’è quell’allenatore, no”. Poi si parla del Vicenza: ”Gioco in una posizione più adatta alle mie caratteristiche: Dal Canto fa il 4-4-2 e mi chiede di stare più vicino all’altra punta, sono movimenti semplici. Mandorlini voleva che facessi l’esterno, ma non sono capace di giocare così largo. Se segno sabato contro il Verona esulto? Certo, non sono un ruffiano, né (scusate) un paraculo. Per me il gol è tutto. E poi come potrei spiegare ai miei figli che me ne sto in silenzio dopo aver segnato in un derby come Verona-Vicenza? Tiribocchi? Mi piace, è solido: tiene palla, fa le sponde, crea spazi per l’altro attaccante”.

Marco Orrù