Verona, ESCLUSIVO/ Massimo Oddo: “L’Hellas per me vuol dire molto, con loro ho debuttato in Serie A. Giocare contro il Milan sarà emozionante”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:07
Massimo Oddo - ai tempi di Verona

Il Verona gioca stasera nell’anticipo dell’undicesima giornata di Serie B contro la Nocerina. Una partita decisiva per gli uomini di Andrea Mandorlini, che arrivano da un momento molto delicato soprattutto dal punto di vista dei risultati. Nelle ultime due partite sono arrivate altrettante sconfitte. Stasera la voglia è quella di invertire la tendenza.

E’ intervenuto in ESCLUSIVA per SerieBnews.com un ex di lusso, Massimo Oddo, che ha commentato con noi il momento del Verona e la sua prima partita da ex contro il Milan.

Massimo, stai seguendo il Verona? Come ti sembra la squadra di Mandorlini?
“Devo dire che seguo il Verona con attenzione. Hanno fatto una buona squadra che però finora non ha raccolto quanto magari avrebbe meritato”.

Tu che ci hai giocato puoi dirci quanto è importante avere una piazza come quella del Verona?
“I tifosi e il blasone della storia sono molto importanti per il Verona. Posso dire che in pochi lo possiedono in Serie B. Sicuramente l’Hellas meriterebbe un altro palcoscenico”.

Hai segnato tra l’altro il tuo primo goal in Serie A proprio con la maglia del Verona. Cosa ti è rimasto dentro dell’avventura con i gialloblu?
“Ricordo bene quel goal contro la Roma, fu una grande emozione. Era il primo Verona di Malesani, una squadra veramente forte che guardandola ora ci si chiede come abbia fatto a retrocedere. Non c’ero solo io, ma anche Gilardino, Mutu e Camoranesi tra gli altri. Tutti giocatori che poi sono esplosi ad altissimo livello. Posso dire che conservo un bel ricordo del Verona”.

Ora affronti la prima partita contro il Milan da ex. Quali sono le tue sensazioni?
“Sono emozionato. Sarà per me particolare giocare contro una squadra con cui ho vinto tutto nell’arco di cinque anni bellissimi. Vorrei fare una buona prestazione per me e per la squadra. Non ho nessun tipo di rancore, ma voglio dimostrare di stare ancora bene. Col Milan mi sono lasciato benissimo. E’ il calcio, la mia storia lì era finita”.

Qual è il ricordo più bello che ti porti dentro?
“Ogni vittoria ottenuta col Milan è un ricordo bellissimo che mi accompagnerà per tutta la vita”.

Il Milan è ancora la squadra da battere?
“Il Milan è Campione d’Italia, certo che è la squadra da battere”.

Matteo Fantozzi