Serie B, la B sul taccuino: i risultati del 40mo turno

La B sul taccuino è un’iniziativa della Lega Serie B in collaborazione con dieci giornalisti che seguono, valutano e commentano il campionato cadetto. Ogni settimana a loro viene chiesto di esprimersi sulla squadra della giornata, sul gesto sportivo della settimana, che può essere un gesto tecnico, una giocata anche di fair play, il gol più bello, l’allenatore che ha messo meglio in campo la propria formazione e che ha saputo leggere tatticamente la partita, il giovane under 21 che più ha impressionato e, infine, quello che in assoluto ha giocato meglio.

Questa la classifica della 40° giornata a cui hanno partecipato, in ordine alfabetico, Raniero Altavilla di seriebnews.com, Alessandro Baretti di Tuttosport, Nicola Binda della Gazzetta dello Sport, Tullio Calzone del Corriere dello Sport, Andrea Capello de La Presse, Federico Errante di tuttob.com, Gianni Federico di Sky, Simone Malagutti di Mediaset, Tino Redaelli di Italpress e Alberto Rimedio di Rai sport.

 

Il gol

Vince il gol di Cateano Calil, il primo del Crotone contro la Nocerina.
Segnalato anche il gol di Raffaele Schiavi, tre voti, con cui il Padova ha aperto le marcature contro il Gubbio, quello di Lorenzo Insigne, il primo del Pescara contro il Torino e quello di Antonio Buscè, dell’Empoli, contro il Vicenza.

La squadra

Pescara con 9 preferenze.
Segnalato anche il Crotone.

L’allenatore

Plebiscito per Zeman, con sei voti.
Segnalato con un voto anche Beppe Iachini della Sampdoria e Rolando Maran del Varese, quest’ultimo con 3 voti.

Il giocatore

Vince Marco Verratti, Pescara, convocato nella pre-lista della Nazionale maggiore in vista dell’Europeo con 8 voti.
Votati anche Lorenzo Insigne del Pescara e Pasquale Foggia della Sampdoria.

Il giovane

Pari merito fra il protagonista di Pescara-Torino Marco Verratti, classe 1992, quattro voti, e Mauro Icardi, classe 1993, il predestinato che ha segnato il gol vincente della Sampdoria contro la Juve Stabia.
Segnalati anche Alessio Viola, Reggina classe 1990, e Lorenzo Insigne, del 1991, Pescara.

Il gesto

4 voti al mazzo di fiori deposto da Torino e Pescara sotto la curva biancazzurra per Domenico Rigante, l’ultrà ucciso la scorsa settimana.
Segnalati anche Zeman che ha fatto i complimenti alla Juventus per lo scudetto, Francesco Bardi, portiere del Livorno e Caetano Calil per le giocate. Quindi l’Albinoleffe che nonostante la retrocessione gioca al massimo contro l’Hellas Verona.

Notizie Correlate

Commenta