Bari, DS Angelozzi: ”Al Sud pressioni e minacce dai tifosi, non è mica cosa nuova…”

Guido Angelozzi

 

Ormai la città di Bari e il Bari intesa come squadra di calcio sono sulla bocca di tutti riguardo il caso del calcioscommesse. E’ nel capoluogo barese che si stanno incentrando tutte le notizie riguardanti questa brutta vicenda. Il Direttore Sportivo dei galletti Guido Angelozzi, reo di aver detto a Gillet lo scorso anno di tapparsi le orecchie di fronte alle minacce degli ultras baresi, si difende così, in un intervista al quotidiano ‘La Repubblica’: ”Non è una novità che al Sud ci sia questo gennere di situazioni. Ho lavorato a Lecce, a Foggia, a Taranto, a Catania, ed è sempre la stessa storia, al Sud i tifosi rompono le scatole ai giocatori. Qui a Bari, una settimana fa, Kutuzov è stato tartassato anche con minacce e ogni giorno ci sarebbe da denunciare qualcuno. Non lo si può fare perchè servono le prove e non è facile denunciare. Comunque Gillet mi aveva riferito delle minacce in maniera generica, senza entrare nello specifico, le solite cose che accadono a una squadra che sta per retrocedere. Io non ho sentito niente sul fatto che i miei giocatori si sarebbero venduti le partite, anche perchè se avessi sentito una cosa del genere, avrei subito denunciato il tutto agli organi federali. Comunque ribadisco che la società Bari è la vittima, la parte lesa di tutta questa vicenda”.

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta