Varese, ESCLUSIVO/ Mauro Milanese sulle condizioni meteo e sul mercato

Mauro Milanese

Il Varese è stata una delle squadre più attive sul mercato di gennaio, andando a rinforzare un reparto offensivo già valido e pieno di alternative. Sono arrivati due bomber di qualità come Gianvito Plasmati e Pablo Granoche, il secondo inoltre ha realizzato una doppietta al debutto. Abbiamo raggiunto, in ESCLUSIVA per SerieBnews.com, il ds Mauro Milanese che ci ha parlato anche di come le condizioni meteo stanno mettendo in difficoltà il campionato cadetto.

Direttore, come vivete le condizioni climatiche?
“Noi siamo decisamente fortunati, avendo un campo coperto. Certo viviamo una situazione difficile al disotto delle montagne e con temperature non facili. Per fortuna abbiamo campi sintetici buoni che non gelano, anche se troviamo ancora difficoltà ad allenarci sui campi d’erba. I campi poi vanno preservati per le gare del sabato e quindi abbiamo i nostri disagi”.

Come si può risolvere questa situazione?
“Dobbiamo prendere esempio da campionati come quello inglese e quello tedesco. Loro vivono condizioni climatiche anche peggiori di noi e il loro calcio non si ferma. In Italia ci spaventiamo e ci sorprendiamo, ma è naturale che in inverno possano esserci questi problemi. Sarebbe bello magari che la Lega proponesse di rendere riscaldati tutti i campi, in modo da evitare il gelo. Purtroppo abbiamo strutture vecchie e in difficoltà. Preferirei avere un giocatore in meno e pagare con lo stipendio la manutenzione”.

Il mercato sembra avervi già regalato soddisfazioni, che ne pensa?
“Sulla carta stiamo avendo già delle risposte sul campo. Granoche ha segnato due gol andando in rete già prima di essersi ambientato. Conosce molto bene Maran e con lui ha fatto grandi cose a Trieste, quindi può ripetersi. Anche gli altri hanno dimostrato buone cose. Devono però tutti capire che non si può giocare sempre e che la nostra forza è il gruppo, questo è fondamentale”.

Avevate già un attacco molto forte, ora che l’avete ampliato diventa il vostro punto di forza?
“Il nostro reparto offensivo è importante perchè completo e pieno di alternative. Dopo la partenza di Cellini abbiamo rinforzato l’attacco. De Luca è un giocatore rapido ed esplosivo, Neto è il classico dieci pronto a tirar fuori le giocate. A questi abbiamo aggiunto Granoche che è la classica prima punta e bravo a sfruttare occasioni sotto porta, così come Plasmati. E non dimentichiamoci di Martinetti che ora è infortunato, ma tornerà presto”.

Il compito di scegliere a Maran….
“Maran dovrà essere bravo a valutare chi è in forma e più adatto alla partita. Non mi stupirei se ruotasse spesso l’undici titolare perchè abbiamo molti giocatori importanti”.

Matteo Fantozzi

Notizie Correlate

Commenta