Brescia, Jonathas: l’identikit del nuovo gioiello delle rondinelle

Jonathas Cristian de Jesus Mauricio, conosciuto semplicemente come Jonathas, è uno dei nuovi gioielli della collezione di Gino Corioni al Brescia. L’attaccante brasiliano, nato il 06/03/1989, sta letterealmente esplodendo in questo campionato di Serie B. Per lui le cifre parlano chiaro: 9 presenze, di cui 8 da titolare, 4 reti e 2 assist in campionato e una presenza e una rete in Coppa Italia contro il Catania al ”Massimino”. Il giocatore fa della potenza, della forza le sue caratteristiche migliori, bravissimo nel colpo di testa ed è dotato di una buona tecnica. Una prima punta che però sa mettersi al servizio dei compagni. Il ragazzo esordisce nel 2008 nel campionato brasiliano con la sua squadra, il Cruzeiro, dove però colleziona soltanto due presenze in quel torneo, mentre l’anno successivo approda in Europa, agli olandesi dell’Az Akmaar dove colleziona 4 presenze e un gol (al Roda) e 2 presenze e un gol in Coppa d’Olanda. Una prima stagione un pò in sordina che però non gli impedisce, l’anno successivo, di essere confermato con la squadra di Alkmaar. Le presenze diventano 11 con 3 gol all’attivo e un assist in campionato, mentre in Coppa d’Olanda ecco la doppietta al Den Bosch. Inoltre gioca anche in Europa League, 5 presenze e un assist. Tutto questo fino a gennaio, quando viene notato dagli osservatori del Brescia e, anche grazie alla procura di Mino Raiola, già procuratore di Ibrahimovic e Balotelli tra gli altri, arriva in Italia nel gennaio 2011, riuscendo ad esordire soltanto alla 30^giornata per problemi di transfer. Di lui si parla subito benissimo, addiritura si parla di un parcheggio a Brescia per poi spiccare il volo l’anno successivo al Milan. Purtroppo Jonathas, per colpa della stagione tormentata che sta vivendo la squadra lombarda e il mancato arrivo del transfer, si perde un pò e gioca solo 4 spezzoni di partita, prima di giocare da titolare le due ultime inutili partite dell’undici di Iachini, ormai retrocesso. E veniamo a questa stagione. Nel frattempo il Milan non è arrivato (ma lo segue sempre), il ragazzo viene confermato al Brescia e anche grazie alla politica dei giovani del club del Presidente Corioni, viene messo al centro del progetto. I numeri della sua stagione li abbiamo già visti, su di lui sono piombate tante squadre del massimo campionato, oltre che del club rossonero, si parla anche di Genoa e Napoli. Non sarà facile trattenere il brasiliano a Brescia nel mercato di gennaio, ma il tecnico Scienza ci spera. Cosa deciderà il diabolico procuratore Mino Raiola? A gennaio sapremo…

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta