Coronavirus-Pianese, sale il numero dei contagiati | Il comunicato del club

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:01

Il coronavirus continua a far registrare contagi anche nel mondo del calcio: in particolare la Pianese ha reso noto che il numero dei casi è aumentato nella società

Serie B arbitri
Pallone Serie B (Getty Images)

L’allarme coronavirus è ormai entrato a far parte del mondo del calcio, ma ora non più solo per quanto riguarda i tifosi e la disputa delle partite a porte chiuse. In particolare alla Pianese, club di Serie C, che ha fatto registrare alcuni contagi, con il numero ancora contenuto ma salito in ogni caso nelle ultime ore, mentre nei giorni scorsi si era parlato di un solo calciatore.Coronavirus

Coronavirus (Getty Images)

Coronavirus, salgono i casi per la Pianese | Il comunicato della società

Non solo, perché poi sembravano essersi verificati altri due contagi nella società della Pianese. Fino a poche ore fa si trattavano di sospetti, per cui ora lo stesso club di Serie C – ad ora totalmente in quarantena – ha fornito aggiornamenti rendendo noto che i casi sono aumentati anche ufficialmente, ma in via di guarigione e sotto controllo. “Al momento i soggetti contagiati sono quattro, tre calciatori e un collaboratore. Il primo è un giovane giocatore che aveva iniziato ad accusare un lieve rialzo della temperatura e cefalea sabato sera scorso e poi risultato positivo al Covid-19, ricoverato nel reparto di malattie infettive dell’ospedale di Siena”, recita la nota ufficiale.

La Pianese continua nel comunicato: “Il secondo calciatore invece è in isolamento presso la propria abitazione, pur non presentando alcun sintomo, così come il terzo calciatore che è leggermente febbricitante. La quarta persona risultata positiva al tampone è un collaboratore della società che stamani, dopo aver trascorso la notte in stato febbrile, è stato trasportato in ambulanza all’ospedale di Siena. Attualmente la febbre è calata e non si ravvisano particolari complicanze”.

Coronavirus Pianese King Romano
Coronavirus (Getty Images)

Nella nota del club si legge anche che chi ha partecipato alla trasferta dello scorso fine settimana sono tutti in quarantena fiduciaria (e domiciliare) di 15 giorni e non presentano i sintomi del coronavirus, dunque non si sono neanche svolti allenamenti.