Filippo Falco, Lecce si gode ‘Il Messi del Salento’ anche in Serie A

Lecce si gode il 'Messi del Salento': Falco incanta anche in Serie A
Filippo Falco @ Getty Images

Filippo Falco, dopo un lungo girovagare in Serie B, ha trovato la sua dimensione a Lecce (dove è cresciuto): dopo la promozione, adesso si sta mettendo in mostra anche in A

Nelle ultime stagioni è stato in prestito a Cesena, Benevento, Perugia e Pescara, ma adesso Filippo Falco è tornato nel suo Salento ed è pronto a trascinare il Lecce verso la salvezza. Il numero 10 giallorosso si è reso protagonista ieri sera di una prestazione super sul campo del Torino e ha messo lo zampino in occasione del momentaneo 1-0 a favore dei suoi compagni di squadra: sinistro parato da Sirigu e tap-in vincente di Farias. Accelerazioni improvvise, dribbling incredibili e assist di livello: il 27enne originario di Pulsano, insomma, ha incantato e dimostrato di poter fare la differenza anche in Serie A.

Filippo Falco, da Bari a Lecce: la storia

Falco muove i primi passi nelle giovanili del Bari, in cui milita dal 2008 al 2009, ma l’anno dopo si trasferisce a Lecce e viene aggregato alla prima squadra. Il suo impatto con la realtà salentina non è positivo e, dunque, viene girato in prestito al Pavia in Lega Pro, dove colleziona 8 reti in 29 presenze. Nella stagione 2012-2013 torna al Lecce dove mette a segno 2 gol in 27 apparizioni ufficiali, ma da quel momento inizia il suo personale giro d’Italia tra Reggina, Juve Stabia e Trapani. Il 18 agosto 2015 il Bologna decide di acquistarlo con la formula del prestito con obbligo di riscatto ad una cifra vicina al milione di euro e debutta anche in Serie A, ma la sua avventura nella massima serie italiana dura pochissimo e ha così inizio la sua nuova avventura fatta di prestiti (Cesena, Benevento, Perugia e Pescara). Infine, il ritorno nel 2018 al Lecce, sempre in Serie B (che potrete seguire CLICCANDO QUI) dove si impone con 7 reti in 31 gare e la promozione nella massima serie, dove sta continuando a stupire.