Pordenone-Spezia, termina 1-0 l’anticipo della terza giornata di Serie B, con la rete di Barison che trascina la formazione neroverde, regalandole la seconda vittoria consecutiva

Calciomercato Pordenone Bombagi
Attilio Tesser, tecnico del Pordenone @ Getty Images

Continua il momento di forma più che positivo degli uomini di Attilio Tesser, con i suoi neroverdi che archiviano la pratica ligure senza troppo problemi. Pordenone-Spezia termina 1-0, decisiva la rete dell’ormai solito Albero Barison (seconda rete in tre giornate di Serie B), che con un’inzuccata vincente batte Simone Scuffet e condanna la formazione di Vincenzo Italiano a tornare in Liguria con zero punti tra le mani. Una partita non bellissima durante la prima frazione di gioco, con ambedue le squadre bloccate e incapaci di preoccuparsi seriamente l’un l’altro. Poi, nella seconda frazione, al 49′, dagli sviluppi di un calcio piazzato, il centrale difensivo neroverde, Alberto Barison, non ha perdonato. Eppure, i rimpianti per lo Spezia ci sono, soprattutto con l’occasione gigantesca divorata da Giulio Maggiore una decina di minuti dopo. Per il Pordenone altri tre punti d’oro e quota 6 punti in tre partite alla prima storica stagione in Serie B. Per lo Spezia, invece, i rammarichi non mancano, con un Italiano già al lavoro per correggere il tiro in vista della prossima.

Per tutte le notizie di giornata e di mercato CLICCA QUI!

Pordenone-Spezia 1-0: il tabellino della partita

Pordenone (4-3-1-2): Di Gregorio; Almici, Barison, Camporese, De Agostini, Gavazzi, Burrai, Pobega (79′ Pasa), Chiaretti (71′ Zammarini), Monachello, Candellone (66′ Ciurria). A disposizione: Bassoli, Jurczack, Mazzocco, Semenzato, Stefani, Strizzolo, Vogliacco, Zanon All. Tesser

Spezia (4-3-3): Scuffet; Vignali, Terzi, Capradossi, Bastoni, Maggiore ( 77′ McIntosh-Buffonge), Ricci, Mora (60′ Bartolomei), F.Ricci, Galabinov (55′ Ragusa), Gyasi. A disposizione: Brugzorg, Desjardins, Erlic, Ferre, Gudjohnsen, Krapikas, Marchizza, Ramos All.Italiano

Reti: Barison 49′

Ammoniti: De Agostini (P), Galabinov (S), Mora (S), Terzi (S)