L’allenatore del Cittadella Venturato ha parlato alla vigilia del match contro il Trapani, valido per la terza giornata di Serie B

cittadella Venturato
Roberto Venturato, allenatore del Cittadella (Getty Images)

Alla vigilia di Cittadella-Trapani, Roberto Venturato, allenatore dei granata, ha parlato in conferenza stampa presentando la gara e parlando dello stato di forma dei suoi uomini e delle possibili scelte di formazione. “Non ci saranno Vita, D’Urso, Rosafio e Rizzo“, ha esordito. Poi ha proseguito dicendo: “Sono state due settimane utili per dare un po’ di condizione e di conoscenza ai nuovi arrivati e per mantenere attenzione e concentrazione agli ultimi arrivati”. Sul Trapani, prossimo avversario in campionato per la terza giornata di Serie B, ha dichiarato: “Viene da una grande impresa dello scorso anno e ha voglia di provare a fare cose importanti. Non hanno avuto un inizio positivo e quindi partiamo alla pari con un avversario che ha qualità importanti e giocatori di valore”.

Per tutte le ultime notizie sul mercato di Serie B CLICCA QUI!

Cittadella Venturato: “Ho dubbi, sceglierò domani”

Parlando della propria squadra, Venturato rivela: “La tensione c’è sempre nel calcio, il risultato è fatto anche di tensione. Frare e Perticone sono entrambi pronti. Sul centrodestra ci sono anche altre opzioni oltre a Gargiulo che ho provato a destra, ho ancora 4-5 dubbi. Ci penserò e ci arriverò domattina, il fatto di averli è una cosa molto positiva. Vuol dire che i ragazzi hanno messo in difficoltà l’allenatore e che il clima è quello giusto. È un momento che va vissuto bene, sapendo che sarà una partita molto difficile”.

LEGGI ANCHE —> Frosinone, conferenza Nesta: “Ecco come si batte l’Entella”. Probabile formazione ciociara

Tornando sull’avversario: “Il Trapani qualcosa ha cambiato la società e giocatori che sono arrivati sono di qualità. Dobbiamo avere grande rispetto di noi stessi e non ci sarà nulla di scontato assolutamente. Si sono allenati bene tutti, dobbiamo ancora lavorare molto e abbiamo tanti margini di crescita”. Nonostante le prime due sconfitte in campionato, infine, l’allenatore tuona: “Non modifico il mio modo di pensare il calcio ma lo rinforzo! Gli avversari vanno rispettati e bisogna essere capaci di esprimersi al meglio relativamente alla nostra identità. Questo è un aspetto su cui abbiamo lavorato in queste settimane. Sarà importante avere il sostegno del pubblico”.

M.D.A.