Dusan Vlahovic è uno dei giovani più interessanti della Fiorentina. L’attaccante serbo, ormai aggregato alla prima squadra, viene accostato a Zlatan Ibrahimovic  

Dusan Vlahovic Fiorentina (Getty Images)
Dusan Vlahovic Fiorentina (Getty Images)

Vlahovic e la Fiorentina s’incontrano nell’estate dello scorso anno. Il ragazzo nasce a Belgrado il 28 gennaio del 2000, a soli 16 anni debutta con il Partizan. In maglia viola inizia la sua avventura con la Primavera, conquistando la Coppa Italia e il titolo di capocannoniere della stessa competizione. A settembre 2018 arriva il debutto in prima squadra, in occasione della sfida esterna contro l’Inter, diventando il primo calciatore  classe 2000 a giocare con i gigliati. A dicembre parte titolare contro il Sassuolo e anche questo è un primato per quanto riguarda il club toscano, con cui nella passata stagione totalizza 10 presenze. Vlahovic è protagonista nei test estivi della Fiorentina e Montella lo inserisce definitivamente in prima squadra in occasione del turno preliminare di Coppa Italia contro il Monza, lo scorso 18 agosto. Il ragazzo subentra a Benassi ad un quarto d’ora dalla fine e ripaga la fiducia del tecnico, siglando la doppietta che permette ai gigliati di ribaltare il risultato. Il match finisce 3 a 1 e per il serbo sono i primi gol ufficiali con la maglia viola. Da quel giorno è scoccata la scintilla con la Firenze pallonara.  All’esordio in campionato parte titolare contro il Napoli al posto di Boateng, che poi lo sostituisce al 75mo. Prestazione sufficiente per Vlahovic. Nel secondo turno in casa del Genoa,  a venti minuti dalla fine, subentra a Sottil, altro giovane di prospettiva della squadra toscana.

Per tutte le ultime notizie sul mercato di Serie B CLICCA QUI!

Fiorentina, Vlahovic un giovane Ibrahimovic a disposizione di Montella

Complice i suoi 190 centimetri di altezza abbinato ad una buona tecnica, l’attaccante viene paragonato al campione svedese, peraltro suo idolo, come lui stesso ha ammesso. Accostamento impegnativo e pericoloso, ma come Ibrahimovic, Vlahovic è prepotente in area di rigore e cecchino davanti alla porta. Malgrado sia giovanissimo, si assume le responsabilità in campo e le sfide accese lo esaltano, vedi sfida di Coppa Italia contro il Monza.  Insomma, ha la sfrontatezza di Zlatan. Boateng, nel giorno della sua presentazione con la Fiorentina disse: “Vlahovic ha colpi fuori dalla media, è fortissimo e nelle movenze mi ricorda Ibrahimovic”.

 Q.G.