La conferenza stampa di Fabio Liverani, allenatore del Lecce, che guiderà la compagine pugliese anche in Serie A dopo il doppio salto dalla C

Liverani
Liverani (Getty Images)

Fabio Liverani guiderà il Lecce anche in Serie A. Dopo la doppia promozione dalla C alla massima serie, il club pugliese lo ha confermato come guida tecnica. Ecco le sue dichiarazioni durante la conferenza stampa di oggi: “Un po’ come quando nasce un bambino, tutto inizia da qui. Ora sta a noi fare gruppo, costruire l’alchimia giusta. Bisogna andare oltre la tattica, come abbiamo fatto nelle recenti annate. Sarà una Serie A in salita, ma dopo così tanti anni di astinenza sarà bellissima. Veniamo da anni straordinari, ma serve restare umili”. Poi ha aggiunto: “Io e la società lavoriamo insieme per trovare i rinforzi giusti. Non è semplice avere tutti all’inizio della preparazione, ma sappiamo che mancano delle pedine per rinforzare la rosa e ci stiamo lavorando. Mancano tre o quattro volti nuovi, però siamo a buon punto”.

Sul fronte mercato il Lecce sarebbe molto vicino all’acquisto di Burak Yilmaz: “Faccio fatica a parlare di calciatori non nostri, Burak non lo è. E’ una grande occasione, sarà ben accetto se arriverà. Non possiamo, però, avere solo un’idea: se non dovesse andare in porto, ci sono alternative. Lapadula può giocare ovunque in attacco”.

Lecce, l’idea di gioco di Fabio Liverani anche in Serie A

Per tutte le notizie sul mercato di Serie B CLICCA QUI!

Lo stesso allenatore del Lecce ha, poi, continuato in conferenza stampa: “Poi ci saranno adeguamenti in base a chi avremo a disposizione. Mi sento molto cresciuto, qui ho raccolto esperienza nelle ultime due stagioni abbiamo fatto qualcosa di straordinario, ma sappiamo che la sfida più difficile è quella che arriva dopo. Io sono pronto, l’obiettivo è restare attaccati il più possibile alle quattro o cinque squadre che si giocheranno la salvezza”. Infine, un pensiero su Sinisa Mihajlovic: “Per me è un tasto dolente, non mi piace esporre in pubblico i pensieri personali. Oltre che un compagno, Sinisa è un amico e sono in difficoltà a parlare di queste cose. Conosco l’uomo, vincerà lui e lo farà anche per i suoi figli. Gli auguro il meglio”.