Alla scoperta del centrale difensivo della Sampdoria, Tommaso Farabegoli, classe 1999, pronto ad esordire in Serie A

Farabegoli
Tommaso Farabegoli (profilo Instagram Farabegoli)

Per arrivare nel calcio che conta non è così facile come sembra. Tanti sacrifici per arrivare nel mondo dei professionisti superando ostacoli anche per problemi fisici. Ciò che è successo al giovane difensore della Sampdoria, Tommaso Farabegoli, lo ha fatto diventare più forte caratterialmente come lui ha stesso dichiarato in una vecchia intervista rilasciata al canale ufficiale di Youtube del club blucerchiato: “‘Sacrificio’ è la parola chiave della mia vita e ce l’ho tatuata. Di sacrifici ne ho fatti tanti, ma soprattutto li hanno fatti i miei genitori. All’età di tre anni infatti è comparso il diabete. Grazie a mia madre che mi ha portato in giro per tanti ospedali ho superato la cosa e oggi riesco a convivere con la malattia. Stare lontano dalla famiglia alla mia età è difficile, ma appena ho tempo corro per andare a trovarli…”. Cinque giorni fa, però, è arrivata la sua prima panchina in Serie A nel match pareggiato 3-3 tra Parma e Sampdoria. Conosciamo meglio Tommaso Farabegoli ad un passo dal sogno.

Tommaso Farabegoli, difensore: biografia, età, caratteristiche tecniche

Tommaso Farabegoli nasce a Cesena il 26 marzo 1999. Muove i primi passi con la palla tra i piedi nel Bakia, una società di Cesenatico. Dopo pochi anni arriva la chiamata prestigiosa del Cesena con cui attraversa ogni tappa fino ad arrivare nella Primavera del club romagnolo nel 2016/2017, dove colleziona ben 23 presenze venendo aggregato durante la settimana anche in Prima squadra. Nella stagione successiva colleziona tante panchine in Serie B senza trovare l’esordio tra i professionisti decidendo così di passare in prestito al Sassuolo per la seconda parte. Con la maglia neroverde colleziona tredici presenze condite da un gol. Con il fallimento del club romagnolo il giocatore valuta diverse offerte fino a scegliere quello avvincente quello della Sampdoria, diventando subito capitano della Primavera blucerchiata essendo un fuoriquota e un giocatore con più esperienza. Domenica scorsa ha collezionato la prima panchina in Serie A nella trasferta di Parma.

Per tutte le ultime notizie sul campionato di Serie B CLICCA QUI!

Inizia a giocare da centrocampista centrale, poi col passare degli anni diventa un centrale di difesa forte mentalmente e di posizione. Deve migliorare nella velocità, ma è un prospetto molto interessante per il futuro. Nell’intervista rilasciata al profilo ufficiale Youtube ha svelato che il suo modello al Cesena è stato Perticone, mentre alla Samp è Tonelli.

Tommaso Farabegoli, vita privata e social

Il giovane difensore della Samp è molto attivo su Instagram con cui condivide le sue foto durante gli allenamenti. Vanta circa 3000 followers sul suo profilo ufficiale.

S.I.