Serie B, il racconto di Spalletti da allenatore in serie cadetta

Luciano Spalletti (Photo by Getty Images)

Luciano Spalletti: i trascorsi in Serie B del tecnico dell’Inter

Nel suo palmares figurano, tra le altre, due Coppe Italia e due campionati russi, ma Luciano Spalletti è stato uno dei pochi allenatori a centrare la doppia promozione con la stessa squadra per due stagioni consecutive. Il tecnico di Certaldo, oggi alla guida dell’Inter, è infatti nella storia dell’Empoli per aver portato i toscani dalla C1 alla Serie B e dalla B alla Serie A consecutivamente. Luciano Spalletti è riuscito a togliersi da allenatore le soddisfazioni che non era riuscito a raggiungere da calciatore. Una carriera conclusa a 33 anni dopo stagioni trascorse in Serie C1 (principalmente) e C2, con Entella, Spezia, Viareggio ed Empoli.

Serie B, Spalletti a Empoli fa la storia

Proprio con i biancoazzurri inizia la sua carriera da allenatore. Viene chiamato alla guida della prima squadra neanche un anno dopo il suo ritiro dal calcio giocato. Subentra alla guida dell’Empoli al posto di Adriano Lombardi: la squadra è in piena zona retrocessione. Lui riesce a portarla ai playout nelle sei partite restanti e si salva superando l’Alessandria. Nella stagione successiva centra un clamoroso terzo posto e nella finale di playoff a Modena supera il Como e conquista la promozione in Serie B. L’anno successivo, alla prima esperienza in serie cadetta, giunge secondo alle spalle del Brescia di Reja e conquista la seconda promozione di fila. Nel 1997-98 in Serie A, ottiene la salvezza con una giornata d’anticipo, sempre alla guida dei toscani. Dopo esperienze non particolarmente fortunate in A alla guida di Sampdoria, Venezia e Udinese, torna in B nel gennaio 2002 e porta l’Ancona all’ottavo posto. Da lì il ritorno in A ad Udine e l’ascesa: prima la qualificazione per due anni di fila in Coppa Uefa, poi quella in Champions League nel 2004-05. Dopodiché Roma (tre secondi posti, due Coppe Italia e una Supercoppa Italiana), Zenit San Pietroburgo (due campionati e una coppa nazionale) prima del nuovo ritorno a Roma e dell’avventura con l’Inter.

A.G.