Venezia, la vittoria manca dal 27 gennaio: Cosmi per cambiare rotta

Serse Cosmi, allenatore Venezia
Serse Cosmi (ufficio stampa Venezia)

In casa Venezia c’è voglia di rivalsa. Dopo l’esonero di Walter Zenga dopo gli ultimi risultati negativi, il club veneto ha chiamato sulla panchina l’esperto Serse Cosmi, voglioso di fare risultato già a partire da questa sera contro il Palermo. Una sfida difficile, ma non impossibile per gli uomini del neo-allenatore del Venezia. L’ultima vittoria risale allo scorso 27 gennaio (2-1 contro il Padova), poi sei sconfitte nelle ultime dieci partite disputate in Serie B. Attualmente la compagine veneta si trova al 16esimo posto in classifica a quota 26 punti in coabitazione con Foggia e Crotone, vittorioso ieri in casa della Salernitana. Il Palermo, però, vuole avvicinarsi sempre di più alla capolista Brescia, a 50 punti in classifica con due partite in più rispetto al club siciliano.

Venezia, la carica di Cosmi

Durante la conferenza stampa alla vigilia di Venezia-Palermo lo stesso Serse Cosmi ha dichiarato: “Non ho mai detto che saranno undici finali, è un concetto che odio. Nessuna partita è più o meno importante dell’altra. Il Palermo è una squadra ambiziosa”. Infine, l’allenatore del Venezia ha concluso ha svelato l’emozione per il suo debutto: “Tutte le partite d’esordio sono un passaggio emotivo importante: è sempre come la prima volta. Se non provassi certe situazioni, non allenerei più”.