Serie B, quanti cambi di panchina da inizio stagione: Colantuono è la punta di un iceberg

Calciomercato Salernitana Colantuono Lotito Lazio Volpicelli
Stefano Colantuono @ Getty Images

La Serie B si sta mettendo in mostra per i numerosissimi cambi di allenatore da inizio stagione. Con Colantuono il bilancio è arrivato a 12

Con l’addio di Colantuono dalla Salernitana si è registrato il 12° cambio di panchina di questo inizio di stagione di Serie B. La fine dell’avventura del tecnico romano è solamente la punta di un iceberg piuttosto profondo, che vede il suo punto di partenza nello scorso 18 settembre. In quel giorno infatti si consolidò il primo valzer di panchine, con il Carpi che salutò dopo 119 giorni Marcello Chezzi per accogliere Fabrizio Castori mentre il Brescia presentò Corini al posto di Suazo.

Da quel giorno in poi furono molti altri i tecnici che terminarono anzitempo la stagione. Tra fine settembre e ottobre fu il turno di Tedino, Vecchi e Stroppa, che lasciarono rispettivamente le guide di Palermo, Venezia e Crotone. La panchina del club calabrese, prima arrivare a Oddo, venne affidata per una gara a Moschella, tecnico della primavera.

Per tutte le notizie più importanti della giornata CLICCA QUI!

Serie B, tanti cambi di allenatori da inizio anno: da Colantuono a Chezzi

Anche novembre è stato un mese nero per alcuni allenatori di Serie B. I più penalizzati sono stati Bisoli, Mandorlini e Lucarelli, i quali hanno lasciato Padova, Cremonese e Livorno, venendo sostituiti rispettivamente da Foscarini, Rastelli e Breda.

L’11 dicembre infine è stato il mese di Grassadonia, colpevole di non essere riuscito a far usicire il Foggia dalla crisi di risultati in cui versava. Dopo un matrimonio durato 163 giorni, il tecnico di Salerno è stato sostitutito da Padalino, dopo un periodo di transizione affidato a Pavone.