Christian Kouame, la rivelazione della Serie A con un passato in cadetteria

Kouame

Kouame (Getty Images)

Christian Kouame è la rivelazione della Serie A. L’attaccante del Genoa si sta mettendo in luce in questo inizio di stagione. Ma la sua storia parte da lontano…

Christian Kouame, classe 1997, è il nuovo che avanza in Serie A. Cresciuto a Bingerville, fin dai primi anni di vista s’innamora del pallone. La sua vita cambia improvvisamente all’età di 14 anni grazie ad un provino, quello decisivo, organizzato dallo scout Paolo Toccafondi con la collaborazione dell’ex calciatore Akassou, che ha vestito in Italia anche le maglie di Pistoiese e Prato. Kouame, uno dei ragazzini più promettenti di quella zona, partecipa alla gara ed attira l’interessa di Toccafondi che gli consegna così un biglietto di solo andata verso Prato. Kouame arriva in Italia venendo aggregato così alle giovanili del club toscano, finendo poi successivamente in prestito al Sassuolo. Nell’estate 2015 il giovane ivoriano fa il suo ritorno a casa collezionando quindici presenze con il Prato e facendo il suo esordio tra i professionista in Coppa Italia di Lega Pro contro il Siena. La società toscana, però, gli dà una nuova opportunità mandandolo in prestito nella Primavera dell’Inter, ma la sua esperienza in nerazzurra non finisce nel modo migliore con poche presenze collezionate con mister Vecchi. C’è una società di Serie B, il Cittadella, che crede fortemente nelle sue qualità. Nel luglio 2016 Kouame viene aggregato al club veneto con la formula del prestito con diritto di riscatto. E così per lui inizia un nuovo capitolo della sua vita, quella tanto desiderata dopo le lunghe galoppate nei campetti polverosi in Costa D’Avorio.

Kouame, l’esordio in Serie B

L’esordio in Serie B arriva nel settembre 2016 contro il Novara: il suo primo gol lo mette a segno contro il Latina. Nonostante la giovane età Christian Kouame, prima dell’approdo in Serie A al Genoa, può vantare ben 40 presenze in cadetteria con undici gol segnati. Dopo l’esperienza al Cittadella in estate il presidente del club ligue, Enrico Preziosi, ha puntato senza indugi sulle qualità del giovane attaccante ivoriano che ora sta strabiliando tutti in massima serie.