Allegri (Getty Images)

Sandro Tonali cresce di partita in partita e cresce anche l’interesse delle big di Serie A, fra le quali la Juventus ha intenzione di bruciare la concorrenza per il centrocampista. 

La Juventus ha puntato Sandro Tonali. Nell’idea della dirigenza juventina c’è la volontà di tornare ad essere la squadra dei talenti italiani e il gioiellino del Brescia è sicuramente in cima alla lista dei prescelti. La concorrenza è davvero spietata, ma i bianconeri possono sfruttare una pista importante. Dall’altra parte c’è Massimo Cellino, abilissimo nella contrattazione ma con una forte vocazione paterna nei confronti dei suoi giocatori. Il presidente del Brescia ha già dichiarato che, nel caso di Tonali, «Non basterà una super offerta, bisognerà dimostrare anche amore per il ragazzo e per me». Eppure il giovane centrocampista non è l’unico a cui si è legato Cellino. Quando l’attuale presidente del Brescia era al Cagliari, il suo pupillo era proprio Massimiliano Allegri, prima come giocatore e poi come allenatore. L’attuale tecnico dei bianconeri si potrebbe definire una sorta di figlio calcistico del patron delle Rondinelle. Fu proprio Cellino a lanciare il livornese su una panchina di Serie A prelevandolo dal Sassuolo. Fu un’intuizione più che vincente. Resta molta stima tra i due e un affetto che potrebbe essere la leva necessaria per portare Tonali in bianconero.

Cellino cederebbe Tonali ad Allegri: ne esalterebbe le qualità

Massimo Cellino, dunque, potrebbe essere molto propenso a lasciare uno dei suoi più preziosi gioielli nelle sapienti mani di Massimiliano Allegri, che sia alla Juventus che al Milan ha sempre dimostrato di saper riconoscere e valorizzare il talento dei suoi giocatori. Per gli addetti ai lavori Tonali potrebbe essere il nuovo Pirlo, e i suoi numeri sono davvero importanti per un centrocampista di 18 anni. Ci vorrà una super offerta, certo, ma giocherà tanto anche quel legame del passato tra Cellino e Allegri per portare a Torino il giocatore più in vista della Serie B.

Alessandra Curcio