Andreazzoli (Getty Images)

Da una grossa delusione ad una grande gioia. Aurelio Andreazzoli, appena esonerato dall’Empoli ha ricevuto il premio più abito da ogni allenatore di Serie B: la panchina d’argento. 

Il miglior allenatore della Serie B dello scorso anno. Aurelio Andreazzoli è stato premiato con la panchina d’Argento 2018. Sotto la sua guida l’Empoli ha conquistato la vetta della serie cadetta nel campionato 2017-2018 e l’ex tecnico è stato giustamente premiato dagli addetti ai lavori. Nonostante lo stesso Empoli abbia deciso di esonerarlo appena una settimana fa, il suo impegno non è andato perso. Andreazzoli concluse la scorsa stagione da imbattuto, una vera rarità in un campionato così imprevedibile come quello di Serie B. Il premio Panchina d’Argento gli è stato consegnato durante un’apposita cerimonia. La soddisfazione per il tecnico arriva proprio nel giorno in cui il suo sostituto Giuseppe Iachini ha vinto contro l’Udinese.

Aurelio Andreazzoli: “Ringrazio l’Empoli e i tifosi. Questo dimostra che i risultati contano”

L’ex allenatore dell’Empoli ha commentato con queste parole la vittoria del sudato riconoscimento: “I risultati contano nel calcio, lo sappiamo bene. Ricevere il premio da una platea di questo tipo è una cosa che rimarrà sempre con me. Voglio ringraziare l’Empoli che mi ha fatto lavorare con calciatori bravi e seri. E anche il popolo empolese per come mi sta sostenendo anche ora”. Non appare demoralizzato o scoraggiato Andreazzoli. Di sicuro questo premio gli darà la motivazione per andare avanti in questo momento un po’ difficile. Siamo tutti sicuri che un tecnico della sua portata non rimarrà a lungo senza un posto di lavoro e in Serie B, dove le panchine sono molto instabili. Proprio in queste ore si sta decidendo il futuro di Fabio Grosso, attuale allenatore dell’Hellas Verona. E chissà che, in seguito ad un eventuale esonero, non si pensi proprio ad Andreazzoli per sostituirlo.

Alessandra Curcio