Il reddito di cittadinanza è un argomento che tiene banco ormai da tempo in Italia. Sono di pochi minuti fa le novità annunciate dal vice premier Luigi Di Maio.

Il vice premier Luigi Di Maio si è espresso, come notificato da La Repubblica, sulle future manovre che il governo prenderà in considerazione da oggi fino ad arrivare al periodo natalizio. Così, dopo le novità riferite alla questione ISEE, quelle inerenti ai lavoratori e soprattutto quelle inerenti alle polemiche circa la manipolazione del testo del Consiglio dei Ministri, ne arriveranno altre, come anticipato dal vice premier.

Luigi Di Maio (Getty Images)

Di Maio: “Reddito di cittadinanza a Natale”

Con una diretta Facebook Luigi Di Maio ha annunciato importanti manovre da attuare entro il periodo di Natale. In particolar modo, il vice premier si è espresso sulla legge di bilancio che a suo dire, coinvolgerebbe pensioni di cittadinanza, quota 100 e il tanto agognato reddito di cittadinanza. Inoltre Di Maio continua a sottolineare la situazione di semi-emergenza che l’Italia sta vivendo in tempi odierni dichiarando: “Dopo la legge di bilancio, magari a Natale o subito dopo, si fa un decreto con le norme per reddito e pensioni di cittadinanza e riforma della Fornero. Lo faremo con un decreto, non un ddl perché ci vorrebbe troppo e c’è emergenza povertà”. Dunque novità in vista all’orizzonte, con Salvini e Conte che devono ancora esprimersi a riguardo.

Chi si è già espresso è invece il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti, che, in un passaggio del nuovo libro di Bruno Vespa che uscirà il 7 novembre ha dichiarato: “Il reddito di cittadinanza ha complicazioni attuative non indifferenti. Se riuscirà a produrre posti di lavoro, bene. Altrimenti resterà un provvedimento fine a se stesso”. Che il reddito di cittadinanza non sia mai stato visto di buon grado dalla globalità degli abitanti italiani è cosa nota, staremo a vedere cosa succederà nelle prossime settimane.