Jean-Alain Boumsong (Getty Images)

Dalla cavalcata promozione all’addio: Jean-Alain Boumsong non entrò mai nei cuori dei tifosi della Juventus.

BOUMSONG JUVENTUS CALCIOMERCATO / Nell’anno della Serie B per le note vicende di Calciopoli, la Juventus fu costretta a rivoluzionare la difesa viste le partenze tra gli altri di Thuram. L’addio del francese portò il club bianconero a puntare sul connazionale Jean-Alain Boumsong. Il roccioso centrale di origini camerunesi, voluto da Deschamps, fu prelevato per circa 4 milioni di euro dal Newcastle. L’attuale Ct campione del mondo consegnò le chiavi del reparto arretrato a ‘Boum Boum’, non sempre impeccabile però nelle sue prestazioni in campo.

Gran mezzi fisici e pericoloso nei blitz in area avversaria, il rendimento di Boumsong fu assai altalenante complici alcuni svarioni che in più occasioni spazientirono i tifosi della Juventus. Come ad esempio il pasticcio all’esordio nel match di Rimini, che permise a Ricchiuti di firmare uno storico 1-1 per i romagnoli. Il difensore transalpino riuscì comunque a conquistarsi la fiducia di Deschamps e a fine campionato fu uno dei più presenti della cavalcata promozione. Al suo attivo 33 gettoni e due reti segnate contro Crotone e Verona. Da quel momento iniziò però un periodo buio per Boumsong a Torino. Un grave infortunio nel pre-campionato lo costrinse infatti ad un lungo stop.

Boumsong: l’addio alla Juventus dopo la promozione

Il nuovo allenatore Ranieri lo ebbe a disposizione per poche partite e nel gennaio 2018 il giocatore salutò i bianconeri per approdare in patria al Lione per 3 milioni di euro. Con la maglia dell’Olympique conquistò un campionato, prima di chiudere la carriera agonistica nel 2013 con la maglia del Panathinaikos. Al suo attivo anche 27 presenze e un gol con la casacca della Nazionale. Boumsong non fu ma rimpianto dal popolo juventino e attualmente fa parte dello staff di Seedorf nel Camerun. Una curiosità: la laurea con lode conseguita in matematica presso l’Università di Le Havre.