Il talento del Napoli, in prestito al Cosenza, ha realizzato la doppietta che ha steso il Foggia nello scorso turno del campionato di serie B. Con il suo agente, Vincenzo Pisacane, abbiamo parlato di lui e di Anastasio, Palmiero e Firenze

Tre gol in in sette presenze nel campionato di serie B per Gennaro Tutino, ma la doppietta realizzata contro il Foggia all’ottava giornata ha permesso al Cosenza di conquistare il primo successo stagionale, una vittoria che nella serie cadetta mancava ai rossoblu da quindici anni. Dunque, gol che rimarranno nella memoria dei tifosi cosentini, così come quelli realizzati nella eccezionale cavalcata playoff dello scorso anno che ha consentito agli uomini di Piero Braglia di raggiungere una clamorosa promozione. Protagonista indiscusso, oggi come allora, proprio Tutino, alla sua seconda stagione in Calabria in prestito dal Napoli, dopo un brevissimo periodo a Carpi.

“È stata una grande vittoria quella conquistata dal Cosenza – esordisce Vincenzo Pisacane, agente di Tutino, ai microfoni di ‘Seriebnews.com‘ – Gennaro e tutta la squadra hanno disputato un’ottima partita. Non era facile portare a casa i tre punti contro il Foggia, squadra molto forte. Ma con caparbietà hanno raggiunto l’obiettivo e siamo molto felici di questo. Tutino è un giocatore che si è ritrovato, dopo un periodo d’appannamento, le sue prestazioni sono sotto gli occhi di tutti. È un piccolo campione che può tranquillamente ambire al salto di categoria“.

Cosenza agente Tutino Piscane Stefano Fiore Serie B Anastasio Palmiero Marco Firenze Crotone
L’esultanza di Gennaro Tutino

Hanno fatto discutere alcune dichiarazioni di Stefano Fiore, ex capitano del Cosenza, proprio su Tutino (“Ha buone qualità, ma già vediamo che sta facendo fatica in B. La Serie C e la B sono il purgatorio del calcio, il livello qualitativo è basso e far bene in queste categorie non vuol dire che sia un calciatore pronto per palcoscenici importanti“, ha detto a calcionapoli24.com). Questa la risposta di Piscane a riguardo: “Dichiarazioni che non mi sono piaciute. Dire certe cose su un ragazzo di 22 anni non è carino. Mi aspettavo parole diverse da un cosentino come lui, un incoraggiamento per un giocatore che ha dimostrato di amare molto la sua terra. Forse sono state riportate male, ma qualora fosse tutto vero, credo che la doppietta realizzata contro il Foggia possa averlo, in qualche modo, zittito“.

Cosenza e Crotone: Pisacane su Anastasio, Palmiero e Firenze

Altri assistiti di Pisacane che militano nel Cosenza sono il terzino sinistro Armando Anastasio e il regista Luca Palmiero, entrambi in prestito dal Napoli: “Come Tutino, anche loro hanno tutte le caratteristiche per fare il grande salto. Al momento, Anastasio è quello meno utilizzato, ma sono sicuro che riuscirà a trovare spazio, perché è un giocatore davvero forte. Per Palmiero è l’anno della consacrazione”. Qualche chilometro più a sud, precisamente a Crotone, milita il 25enne centrocampista Marco Firenze. Tre le reti realizzate con la maglia dei pitagorici, l’ultimo dei quali decisivo per la vittoria interna contro il Padova. Un vero e proprio punto fermo per il tecnico Giovanni Stroppa: “È un giocatore importante e sono sicuro che anche lui l’anno prossimo giocherà in serie A – aggiunge Pisacane a Seriebnews.com – E mi auguro possa farlo con la maglia del Crotone. Ha un gran fisico e una buona tecnica, è davvero molto forte”.