Ventura
Gian Piero Ventura (Getty Images)

Ventura ha iniziato male la sua avventura al Chievo, con l’1-5 contro l’Atalanta: l’ex Ct però potrebbe rimanere in gialloblù anche in caso di retrocessione

Il ritorno in panchina di Giampiero Ventura, quasi un anno dopo la mancata qualificazione al Mondiale con l’Italia, non è stato memorabile, anzi. Il nuovo tecnico del Chievo ha incassato un pesantissimo 5-1 casalingo dall’Atalanta di Gasperini. Un ko che chiarisce subito la difficoltà del compito assegnato all’ex Ct della Nazionale. I gialloblu’ devono fare i conti con il fardello della penalizzazione, che per effetto degli appena due pareggi raccolti li lascia ancora a -1, sul fondo della classifica. Quella del Chievo si annuncia come una rincorsa già disperata, visti i nove punti da recuperare sul Bologna quartultimo.

Chievo, Ventura resta anche in caso di retrocessione in Serie B?

Domenica prossima, in casa del Cagliari, Chievo atteso a una prova importante. Occorre reagire, innanzitutto dal punto di vista mentale. Un risultato positivo sarebbe fondamentale per far cominciare, di fatto, il campionato dei clivensi. Ventura dovrà lavorare sulla testa dei suoi, ancor prima che sulla tattica. Ma pare evidente che il rischio retrocessione è già qualcosa in più di una semplice eventualità. Ventura, lo ricordiamo, ha siglato un contratto fino a giugno 2021 con il club veronese. Un’eventuale discesa in Serie B non dovrebbe modificare questo stato di cose. In un ambiente come quello del Chievo, avrebbe la possibilità di lavorare in tranquillità e ricostruire, per riprovare subito la scalata in massima serie. Vero anche che, con i recenti trascorsi e con una retrocessione sul groppone, difficilmente l’ex Ct troverebbe un’altra squadra disposta a investire su di lui.