La notizia della settimana in serie B è il cambio di allenatore in casa Venezia, con Walter Zenga che ha sostituito l’esonerato Stefano Vecchi. Di questo, e di tanto altro, abbiamo parlato con l’allenatore Bortolo Mutti

“Sarà il tempo a dire se Zenga è l’uomo giusto – il pensiero di Mutti a Seriebnews.com – Mi dispiace, però, per Vecchi, lo conosco bene e so come lavora. Aveva, forse, bisogno di un lasso di tempo più lungo, aveva in mano la squadra. Gli è mancato qualche risultato e si vede che la proprietà, in virtù anche di qualche pressione, ha preferito cambiare guida tecnica. Ma, ripeto, lasciargli ancora un po’ di tempo poteva essere la cosa più giusta“.

Nel frattempo, in vetta alla classifica dopo sette giornate c’è il sorprendente Pescara: “Onestamente, non me l’aspettavo. Ma Pillon, che è un allenatore navigato, ha preso in mano la squadra dallo scorso anno e ha gestito bene la situazione. Conosce bene la rosa e la società ha fatto interventi oculati. È un primato meritato, perché hanno avuto grande regolarità, cosa che non è successa ad altre. Penso al Verona, al Benevento e al Palermo che hanno alternato momenti buoni a cadute inaspettate”.

Serie B Bortolo Mutti esonero Vecchi Venezia Zenga Palermo Benevento Cosenza Livorno salvezza Pescara capolista Pillon
Bortolo Mutti @ Getty Images

Serie B, ESCLUSIVO Mutti: “Deluso da Palermo e Benevento. Per la salvezza, non c’è tempo da perdere”

Continua Mutti ai nostri microfoni: “Dopo queste prime sette partite, c’è da dire che tutti hanno avuto un andamento altalenante. Chi mi ha un po’ deluso è stato il Palermo, me lo aspettavo più autoritario. Ma la situazione societaria sta sicuramente incidendo. E poi, il Benevento. Vista com’è strutturata la squadra, pensavo potesse essere padrone del campionato. In ogni caso, tra qualche giornata vedremo una classifica più veritiera. Attenzione al Brescia, che sta crescendo, alla Cremonese che si sta consolidando e al Cittadella, sempre presente negli ultimi anni nella parte alta della graduatoria”.

Infine, mirino puntato sulla zona salvezza con alcune squadre, come Cosenza e Livorno, guidate da Mutti nella sua lunga carriera: “I rossoblu vivono una situazione di sofferenza. Insieme al Livorno, stanno pagando lo scotto della neopromossa. Anche il Carpi è in difficoltà. Bisogna uscire in fretta da queste situazioni, il campionato è lungo ma non c’è tempo da perdere. Col format della B a 19 squadre è importante reagire subito”, ha concluso il trainer bergamasco a Seriebnews.com.

Su SerieBnews.com potete seguire live, in diretta, con aggiornamenti in tempo reale tutta la Serie B