Schiavi
Raffaele Schiavi (Getty Images)

Batosta per la Salernitana: il capitano Raffaele Schiavi ha ricevuto ben 4 turni di squalifica per aver rivolto insulti all’arbitro

Mano pesante del giudice sportivo nei confronti del capitano della Salernitana, il difensore Raffaele Schiavi, reo di aver assunto un atteggiamento intimidatorio nei confronti dell’arbitro al termine del match contro la Cremonese. Schiavi è stato squalificato, come si legge nella sentenza del Giudice, “per essersi, al termine della gara, sul terreno di giuoco, rivolto all’Arbitro con atteggiamento minaccioso indirizzandogli epiteti insultanti e appoggiandogli una mano sul petto, che lo faceva arretrare di due passi; sanzione aggravata anche perché capitano della squadra”. Squalificato per un turno anche l’allenatore dei granata, Stefano Colantuono,

Stop e multa per Raffaele Schiavi: cosa è accaduto

Nella partita di Serie B tra Cremonese e Salernitana finita con lo scialbo risultato di 0-0, la squadra campana è uscita con le ossa rotte. Il suo allenatore Stefano Colantuono dovrà scontare un turno di stop per aver protestato reiteratamente contro l’arbitro. Per quanto riguarda il capitano Schiavi invece, si tratta di una vera e propria stangata: ben quattro turni di stop per lui. Il motivo? Aver apostrofato il direttore di gara con ripetuti insulti, con annesso appoggio della mano sul petto dello stesso. Un gesto inammissibile, a maggior ragione per una figura esemplare come quella del capitano. Schiavi inoltre, per il suo comportamento scorretto dovrà pagare una multa di 3000. Il capitano dei granata salterà così i prossimi impegni contro Perugia, Crotone, Livorno e Venezia.

Giudice Sportivo, le altre decisioni: due giornate a Murilo

Non sono le uniche decisioni prese dal Giudice Sportivo per questa giornata. Inflitte due giornate di squalifica a Murilo (Livorno) per “condotta gravemente antisportiva, avendo, al 47° del secondo tempo, in reazione ad un fallo, colpito un calciatore avversario con una manata al volto”. Una giornata ad Andelkovic (Venezia) dopo la “doppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario”. Diffidato Modolo (Venezia).