Alessandro Nesta
Alessandro Nesta (Getty Images)

Il Perugia non ha iniziato nel migliore dei modi il campionato, ma per il momento mister Alessandro Nesta non rischia: lo ha confermato anche il presidente Santopadre

Il Perugia guarda avanti nonostante l’avvio di campionato piuttosto deludente. Sul punto è chiarissimo il presidente Massimiliano Santopadre: “Nesta non si tocca a prescindere dal risultato della prossima giornata con il Venezia. Non posso e non voglio revocare la fiducia ad un tecnico che mi ha pienamente convinto in estate e che ha incontrato qualche difficoltà in questo inizio di stagione”.

Il Perugia quest’estate è stato pienamente rivoluzionato ed ha visto completata la propria rosa solo il 18 agosto.

É normale trovare delle difficoltà quando si assembla un gruppo così giovane in così poco tempo. “Vorrei che si aprisse un ciclo di tre anni-continua il patron dei Grifoni – che permettesse al tecnico di esprimere le sue piene potenzialità. Non tollererò, invece, che la squadra abbia un approccio sbagliato ai prossimi impegni”.

La critica si sofferma, quindi, sull’atteggiamento molle degli umbri che non sembrano affrontare con la giusta dedizione le partite di questa prima fase.

Calciomercato Perugia, Nesta è saldo: Venezia non è decisiva

Alessandro Nesta
Alessandro Nesta (Getty Images)

Non è considerato decisivo il risultato che maturerà contro il Venezia, per cui Nesta gode di ampia fiducia nonostante l’esito. Ancora una conferma per il mister romano che deve guidare quanto prima la squadra fuori dalla tempesta. Ciò che deve quindi cambiare radicalmente è il piglio con cui i giocatori affronteranno già questo prossimo impegno.

“Non sono contento se la squadra non ingrana la marcia giusta – conclude laconicamente il presidente Santopadre – tuttavia non posso sfasciare o comunque modificare radicalmente un progetto così giovane. Mi auguro, infatti, che la squadra possa trovare una continuità di risultati così come è successo con Andrea Camplone”.

Un pensiero, infine, anche per i tifosi considerati come linfa vitale per il prosieguo del cammino del Perugia, che solo grazie ad un mutato atteggiamento potranno essere riconquistati e diventare il dodicesimo uomo in campo già dal prossimo match con il Venezia.