ENTELLA CASAGRANDE – La redazione di seriebnews.com, ha intervistato in esclusiva, uno dei giovani più interessanti del campionato Primavera, il capitano dell’Entella, Luca Casagrande, che si è raccontato al microfono del nostro Remigare Giovanni

Un tuo pensiero della tua esperienza con l’Entella

La mia esperienza all’Entella è sicuramente positiva. La stagione che è appena iniziata è la mia quarta con la Virtus e devo dire chemi sto trovando molto bene. Ho iniziato dagli allievi nazionali e da tre anni gioco con la Primavera, inoltre sono anche capitano. Con l’Entella sono cresciuto tantissimo.”

Che città è Chiavari per un giovane calciatore?

“Chiavari è un ambiente perfetto per far lavorare in serenità i giovani, inoltre li aiuta a crescere. Quando capita di andare in prima squadra, ad esempio, abbiamo degli incontri personali con il mister a dimostrazione della volontà della società di puntare forte sulla nostra crescita. I numeri lo dimostrano, basta guardare i ragazzi del settore giovanile che negli ultimi anni hanno esordito in prima squadra.”

A chi ti ispiri, quali sono i tuoi modelli calcistici?

“Il mio modello calcistico è Zanetti. Sono anche un tifoso nerazzurro e sicuramente lo apprezzo non solo per le doti tecniche, ma anche per il suo comportamento in campo e fuori, un vero esempio per dedizione e professionalità. Se guardiamo al campo il mio modello di ruolo è Sergio Ramos, ma in realtà i miei veri riferimenti sono i ragazzi della prima squadra Pellizzer e Ceccarelli e Benedetti mi aiutano tanto quando mi alleno con loro.”

Ti sei allenato già con la prima squadra?

“In prima squadra mi sono allenato qualche volta, e sono contento perchè ho la possibilità di crescere e maturare. Devo ringraziare mister Castorina per tutto quello che mi ha insegnato e continua a farlo.”

Obiettivo personale?

“Il mio sogno e obiettivo personale è quello di andare in prima squadra già il prossimo anno. Mi reputo un ragazzo fortunato perchè l’Entella mi ha fatto crescere e mi ha permesso di essere anche il capitano della Primavera. Ora continuo a lavorare forte per migliorarmi e giocare con l’Entella da protagonista.”

Giovanni Remigare