Carpi-Pisa 1-1, le pagelle del match

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:22
Getty Images
Getty Images

CARPI-PISA Le pagelle del Monday Night della settima giornata

CARPI

Colombi 5,5 come il collega di reparto è tradito dal rimbalzo della sfera, incerto in un paio di uscite

Letizia 5,5 qualche apprensione nel contenere le accelerazioni di Varela, mantiene la posizione senza affondare

Blanchard 6 viene anticipato da Eusepi ma, la dinamica dell’azione evidenzia alcuna responsabilità da attribuirgli

Sabbione 5 ingenuo nella circostanza della seconda ammonizione, aveva già rischiato troppo in uscite palla al piede audaci

Gagliolo 6 la vivacità di Peralta lo impegna fino al triplice fischio di Illuzzi, nonostante ciò è lucido ed attento

Pasciuti 6 con grande spirito di sacrificio aiuta i compagni nel momento di maggiore difficoltà

Crimi 6,5 grinta, determinazione e tanta sostanza: uomo ovunque del centrocampo biancorosso

Bianco 6 stringe i denti prima di arrendersi per un problema fisico, non aveva affatto demeritato (2’st Mbaye 5 forse è esagerato il rosso diretto comminato ai suoi danni, fatto sta che l’irruenza con la quale commette l’infrazione poteva essere maggiormente dosata)

Di Gaudio 6,5 spina nel fianco della retroguardia avversa, sprinta sul versante sinistro vincendo diversi duelli nella prima frazione (31’st Romagnoli sv)

Lollo 6 a strappi, prova ad inventarsi qualche guizzo a supporto di Lasagna: ci riesce ad intermittenza

Lasagna 6,5 una giocata di grande qualità vale il gol del vantaggio soprattutto nell’esecuzione della battuta effettuata in un battito di ciglia (39′ st Jawo sv)

PISA

Ujkani 5,5 sfortunato nel rimbalzo che lo mette fuori causa nell’intervento che avrebbe evitato la capitolazione

Golubovic 6 da un destro dalla distanza scaturisce la marcatura del pareggio nerazzurro, un piccolo merito da ascrivergli

Del Fabro 6 prestazione senza troppe sbavature per il centrale favorito dall’assenza di una vera e propria marcatura in copertura

Crescenzi 5,5 concede troppo campo a Lasagna: serata davvero in apnea

Avogadri 6,5 causa assenza di Longhi viene adattato sul binario opposto rispetto a quello di competenza cavandosela egregiamente nelle diagonali difensive

Verna 6 nel “bosco” della mediana opposta procaccia la legna ai compagni supportando con dinamismo la zona centrale (22’st Cani 6 aumenta lo spessore ed i centimetri dell’offensiva pisana, contributo sicuramente importante)

Di Tacchio 5,5 meno positivo delle precedenti apparizioni: stavolta non accende la luce alla mediana nerazzurra (14′ st Lazzari 6,5 debutto sicuramente confortante, potrà risultare utilissimo per garantire un’alternativa valida a mister Gattuso)

Sanseverino 6 essenziale quanto efficace nel momento in cui viene chiamato in causa

Varela 6,5 folletto imprevedibile, quando si accende garantisce fantasia alla manovra toscana

Montella 5,5 costruisce e conclude in una sola circostanza: troppo poco per creare problemi rilevanti agli emiliani (14’st Peralta 6,5 il cambio di passo è decisivo per invertire il trend della contesa)

Eusepi 6,5 lesto quanto opportunità nel decollare come un falco sulla palla vacante e mandare in delirio i 500 tifosi ospiti presenti al Braglia