Cagliari
Cagliari

CAGLIARI ASCOLI  PAGELLE – Ecco le pagelle di Cagliari-Ascoli:

STORARI 6,5: Stavolta non è come le altre partite in casa dove è quasi sempre inoperoso. Deve darsi da fare in 2-3 interventi importanti.

PISACANE 6,5: Quanto spinge Pisacane. Ormai il ruolo di terzino destro lo interpreta alla grande. Sfiora anche il gol su corner. Altra grande prova.

CEPPITELLI 6,5: Cacia è un cliente difficile, ma è troppo isolato e i due centrali rossoblu hanno quasi sempre la meglio.

KRAJNC 6,5: Così come Ceppitelli, è molto attento a chiudere qualsiasi attacco ascolano. Una coppia solidissima quella italo-slovena.

MURRU 6,5: Tranne un errore in disimpegno che quasi costa un gol ai suoi, disputa un altro buonissimo match, confermando la sua crescita costante.

DESSENA 6,5: Rincorre sempre chiunque gli passi vicino e migliora sempre più in fase offensiva, dove si propone con qualità. L’anima di questa squadra.

DI GENNARO 6,5: Altra grande prestazione del regista rossoblu che oggi cerca di non strafare, ma di essere ordinato e concreto. Ci prova anche al tiro.

(dal 68′ TELLO) 6: Un po’ esterno d’attacco, un po’ mezz’ala. Si mette a disposizione della squadra e porta anche lui a casa il risultato.

FOSSATI 6,5: Regista aggiunto, aiuta molto anche in fase difensiva, quando nella ripresa blocca una ripartenza con Cacia guadagnandosi un giallo. Positiva la sua prova.

(dal82′ SALAMON) sv

JOAO PEDRO 8: Altra grande prestazione del brasiliano che con classe domina dalla trequarti in su. Si guadagna e realizza il rigore del 2-0. Poi chiude i conti col gol del 3-0 dopo un bello scambio con Farias. In Serie B è un lusso.

GIANNETTI 7: Altro gol da inserire nelle statistiche. Un bel movimento sul gol con un tiro preciso che si è infilato in porta anche con la complicità del portiere avversario. Ottima intesa con Melchiorri.

(dal 64′ FARIAS) 6,5: Dentro giusto in tempo per l’assist a Joao Pedro. Ed era solo in panchina, a testimonianza del grande potenziale offensivo rossoblu.

MELCHIORRI 6,5: Il suo tiro fortissimo avrebbe meritato il gol, ma la traversa glielo nega. Come al solito una spina nel fianco della difesa avversaria. Cerca il gol ma non lo trova. E’ comunque una prestazione ancora una volta al top.

All.: RASTELLI 7: Otto vittorie su otto in casa, respinge l’assalto di Crotone e Bari che avevano vinto i loro match. Che dire, il Cagliari in casa è un rullo compressore. Non ce n’è veramente per nessuno. Ora la riconferma in trasferta a Brescia.

ASCOLI

SVEDKAUSKAS 4,5: Imperdonabile l’errore sul gol di Giannetti che apre la strada al successo del Cagliari. Causa anche il rigore su Joao Pedro.

ANTONINI 5: Cerca di tenere alta la carica e l’attenzione dei suoi, ma da solo non riesce. E anche la sua partita è scarsa di contenuti.

MENGONI 5: Gli avanti del Cagliari lo mettono in serie a difficoltà.

CANINI sv: La sua partita da ex dura solo 4 minuti, poi esce ko.

(dal 5′ DEL FABRO) 5,5: Altro ex Cagliari. Forse un po’ di emozione all’inizio, ma poi gioca una discreta partita. Non gli si può rimproverare nulla.

ALMICI 5: L’Ascoli fa una partita prettamente difensiva, non spinge mai, cerca di tenere a bada chi passa dalla sua zona, ma spesso è saltato.

BELLOMO 6: Dovrebbe assistere Cacia ma inevitabilmente finisce per fare un lavoro soprattutto difensivo. Ci prova, almeno quello, ma con scarsi risultati. Storari compie un miracolo su di lui.

CARPANI 5,5: La diga di centrocampo con Pirrone non regge molto. Quasi sempre in affanno.

JANKTO 5: Si inserisce spesso da dietro, quasi arrivando sulla stessa linea di Cacia. Il problema è che non vede mai la palla ed è poco pericoloso.

(dal 68′ PECORINI) 5: Esterno destro, non combina nulla di positivo per i suoi e viene anche ammonito.

PIRRONE 5,5: Idem come Carpani. Gioca in extremis al posto di Frediani, ma naufraga come tutta la squadra

GIORGI 5: Sciupa una grandissima occasione per accorciare le distanze al 62′. Una palla che avrebbe potuto riaprire il match.

(dal 75′ PETAGNA)

CACIA 6,5: Il migliore insieme a Bellomo. E’ vero che fallisce una buona occasione per portare in vantaggio i suoi, ma fa un lavoro incredibile per tutto il match, muovendosi per tutto l’arco offensivo praticamente da solo.

ALL. MANGIA 5,5: Paradossalmente è una delle squadre che ha avuto più occasioni nitide al Sant’Elia. Non le sfrutta e dunque non ha la possibilità di giocarsela contro un Cagliari che quando va in vantaggio è sempre devastante. In questo campo comunque è difficile per tutti.

Marco Orrù