ESCLUSIVA/ Luca Alfano: “Il mio Varese deve rimanere in B. Il Carpi va in serie A”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:00

luca alfano

 

SERIE B VARESE LUCA ALFANO – Oggi la redazione di serieBnews.com ha avuto il piacere di intervistare Luca Alfano, grande tifoso del Varese e autore di un bellissimo libro “Più unico che raro”. Luca ha detto la sua sul campionato di serie B e naturalmente sul suo Varese. Ecco le dichiarazioni rilasciate al microfono di Giovanni Remigare:

Ciao Luca, partiamo subito dal tuo Varese, resta in B?

“Ciao Giovanni , il Varese deve rimanere in B perché è una B che si è conquistata col sudore , perché lo meritano i tifosi e la storia di questo club .. È dura , ma io sono sempre convinto che il Varese resterà in B , io e il Varese siamo simili , spesso soffriamo , poi ci riprendiamo e andiamo a vincere e non c’è più bella cosa di una vittoria sofferta.”

Ma cosa sta succedendo a Varese? Sembrava un’isola felice….

“Al Varese sta succedendo quello che sta capitando anche ad altre società di B e di A , vedi Parma.. Arriva il giorno che si toglie il coperchio dalla pentola e si scoprono montagne di debiti .. Il Varese sta pagando la gestione precedente , purtroppo Laurenza con tutto l’impegno non è riuscito a sistemare la situazione finanziara , in questo giorni c’è stato un incontro tra dirigenza e comune di Varese per cercare nuovi acquirenti, noi tifosi siamo in attesa di novità dal sindaco.”

Hai una ricetta da consigliare alla società per risollevare la squadra?

“La ricetta ce l hanno i giocatori ed è nella loro mente , sono loro che vanno in campo , noi da tifosi possiamo incitarli sostenerli , ma la svolta deve arrivare da loro. Non mi piace dare consigli , non mi sento all’altezza di farlo , i giocatori sanno cosa devono fare , li conosco abb bene , sono dei professionisti che mettono sempre anima e cuore in campo

Il tuo libro, “Più unico che raro”, è fantastico e aiuta a riflettere. Da dove nasce?

“Il mio libro nasce dalla rabbia che avevo dentro dopo un ennesima visita senza risposte certe .. Senza aver mai scritto niente e aver letto pochi libri , arrivai a casa ed iniziai a scrivere .. Il libro è servito per primo a me stesso , mi ha fatto da psicologo per togliermi una corazza che portavo da troppi anni.”

Dove trovi la forza di andare avanti e lottare?

Da dove nasce la mia forza di volontà non lo so ,sono sempre stato così e spero che Dio mi dia sempre la forza per combattere ed essere sorridente.”

Cosa ti senti di dire a chi soffre?

“A chi soffre dico solo di non mollare e di reagire , la psiche il potere della mente è più forte di qualsiasi pastiglia.”

Torniamo al calcio e al campionato di Serie B, chi sale in A?

Beh Giovanni, spero tanto il Carpi dopo le dichiarazioni di Lotito (sorride, ndr)”

E’ tornato mister Bettinelli, cosa ne pensi?

“Sono super entusiasta. Mister Bettinelli è un super professionista , persona solare che ama Varese e conosce benissimo questa piazza .. E altrettanto entusiasta per il ritorno di Ambrosetti, persona vera e limpida , anche lui innamorato del calcio Varese , solo loro due in questo momento possono salvare il Varese .. Sono due grandi uomini e due grandi amici.”

A Varese si crede nella salvezza?

“Assolutamente, la piazza ci crede….”

Giovanni Remigare