Brescia (getty images)
Brescia (getty images)

SERIE B BRESCIA Il Tribunale Federale Nazionale – Sezione disciplinare, preso atto della richiesta di patteggiamento del Brescia e dato che gli accordi raggiunti nella riunione odierna devono essere trasmessi dal Procuratore federale alla Procura Generale dello Sport del Coni, ha rinviato al 19 marzo la decisione sul deferimento a carico della società. Il procedimento riguarda anche l’Amministratore Unico Luigi Corioni, che nella riunione dello scorso 15 gennaio aveva presentato a sua volta una precedente richiesta di patteggiamento che aveva portato al primo rinvio. La società lombarda era stata deferita lo scorso 9 dicembre “per non aver documentato l’avvenuto deposito della fideiussione bancaria di 800mila euro nei termini stabiliti dalla normativa federale e l’avvenuto pagamento degli emolumenti dovuti, fino ad aprile 2014, ai propri tesserati, dipendenti e collaboratori e per non aver depositato l’avvenuto pagamento delle ritenute Irpef e dei contributi Inps”