Catania, Pulvirenti in questura dopo minacce dei tifosi etnei

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:03
Antonino Pulvirenti (getty images)
Antonino Pulvirenti (getty images)

SERIE B CATANIA – E’ stato ascoltato dalla Digos e convocato in Questura il presidente del Catania, Nino Pulvirenti. Questo dopo l’accesissimo colloquio con i tifosi etnei al termine della conferenza stampa di lunedì. Le richieste dei tifosi sono state chiare: le dimissioni di Pablo Cosentino, mettere fuori rosa Leto e fare allenare la squadra al Massimino così da averla vicina al cuore della città. Gravi minacce anche per il numero uno rossoazzurro, intimato tra l’altro di dover lasciare il Catania qualora non avesse più a cuore le sorti della società.

Sulla vicenda la Questura non ha voluto rilasciare commenti, ma Pulvirenti all’uscita del colloquio ha mandato chiari messaggi: “Così non aiutiamo il Catania. Dobbiamo rasserenarci tutti. Stare uniti e coesi solo così possiamo uscire fuori dalle difficoltà.”