Vicenza, Lopez: “Il Bologna e’ una squadra fortissima, ma…”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:42

vicenzaSERIE B VICENZA – Giovanni Lopez nel corso della conferenza stampa di presentazione della sfida contro il Bologna ha rilasciato queste dichiarazioni: “Nel corso di questa settimana abbiamo potuto allenarci nel migliore dei modi, concedendo il tempo per recuperare a chi ha giocato spesso. Domani arriva una squadra fortissima in tutti gli elementi, è una partita che si può fare, l’abbiamo studiata, potrebbero avere dei punti deboli. Ho detto ai ragazzi che se pensiamo di giocarcela alla pari con loro perdiamo, se invece daremo qualcosa di più sotto il profilo caratteriale possiamo fare la gara…”.

Un pensiero su Laverone: “A Laverone ho mosso dei complimenti perché ha saputo dimostrare carattere, un forte attaccamento a questa maglia. Lui ha un dito rotto ma gioca bendato e anestetizzato. Questo è lo spirito che deve avere la nostra squadra. Se noi avremo qualcosa in più a livello caratteriale riusciremo a fare anche la partita contro il Bologna…”.

Vicenza e i giovani: “Ho schierato tempo fa, con il rischio di qualche critica se le cose fossero andate male, un giocatore come Sbrissa. Cerco di far giocare chi vedo meglio, a prescindere dall’età. Lui ha recuperato dall’infortunio, sta bene e pertanto gioca. Ha già giocato alcune gare molto bene e ho voluto fargli fare la terza sapendo che poi sarebbe calato. Ma in quell’occasione avevo pochissime alternative in quel ruolo. Abbiamo la fortuna di poterlo far crescere, è un ragazzo intelligente, destinato a migliorare sempre di più. Non gli va data troppa responsabilità sulle spalle, ma possiede ottime qualità”.

Il mercato? “Ho parlato con la società, in questo momento servirebbe un attaccante, non so in che termini si possa condurre l’operazione. Le regole in questo senso sono precise, se non ci sarà comunque alcuna possibilità andiamo avanti così, possediamo valide alternative”.

Chi e’ il giocatore sul quale punta? “Nell’ultima partita Ragusa ha giocato un po’ al di sotto degli standard a cui ci aveva abituato ma per il semplice motivo che, anche per lui, si trattava della terza partita in una settimana. E’ fisiologico, anche dal punto di vista mentale. Tuttavia domani mi aspetto una grandissima partita da lui. Cocco e Ragusa ci devono far giocare. Se abbiamo la forza di giocare con i due attaccanti possiamo fare la gara. Questo significa che loro due siano vicini alla squadra”.

Chi toglierebbe al Bologna: “Al Bologna, se potessi, toglierei Matuzalem, giocatore straordinario. Si tratta di una squadra allestita per tornare nell’immediato in Serie A, viene da due vittorie consecutive ma anche noi abbiamo alle spalle risultati importanti. Troveranno una squadra magari non forte come loro ma un gruppo, una squadra vera”.